Tante rotazioni e allenamenti congiunti: Inzaghi prepara l’Inter ai doppi impegni settimanali

Alle cinque amichevoli ufficiali i nerazzurri hanno affiancato finora tre test a porte chiuse contro Milanese, Novara e Pro Sesto: l’allenatore spinge quindi la squadra ad abituarsi a un calendario quanto mai affollato

Tantissimi cambi, molte partite. Il precampionato 2022 dell’Inter ha una scansione insolita, differente rispetto a molte squadre della Serie A. In particolare, oltre all’amichevole fissa che i tifosi si godono in televisione ogni sabato, Simone Inzaghi ha modo di provare i calciatori nerazzurri durante test non ufficiali a porte chiuse chiamati “allenamenti congiunti”. È accaduto giovedì contro la Pro Sesto, ma anche la settimana precedente contro il Novara e a inizio ritiro con la Milanese.

Alternanza

—  

Ovviamente si tratta di impegni senz’altro meno competitivi delle amichevoli vere e proprie, ma rappresentano comunque delle sedute differenti rispetto alle altre della settimana. I ritmi non infernali permettono allo staff di non mettere a rischio la rosa fisicamente, ma allo stesso modo sono un ottimo laboratorio per testare gli automatismi e per mettere alla prova le soluzioni pensate dall’allenatore con assetti diversi. Il preciso scopo è di essere pronti il più possibile a una stagione dalla struttura singolare.

Questione di Mondiale

—  

La collocazione di Qatar 2022 a fine anno ha reso infatti inedita la costruzione dei vari calendari e l’Inter – come le altre squadre impegnate su più fronti – saranno chiamate spessissimo a gestire due appuntamenti nella stessa settimana. Grazie a queste doppie amichevoli settimanali, quindi, Inzaghi ha modo di permettere ai giocatori di abituarsi ad affrontare diversi impegni ravvicinati: cambia infatti il modo di recuperare fisicamente e cambierà anche quello di preparare tatticamente le sfide, così come sarà poco il tempo per resettare le energie mentali. La speranza è quella di raccogliere i frutti di questa strategia già prima del lungo stop invernale della Serie A: il campo darà il suo responso.

Precedente Amichevole, il Parma batte il Lecce 1-0 nel segno di Mihaila Successivo Marsiglia-Milan, è caccia al biglietto: verso i 60mila al Velodrome

Lascia un commento