Taglialatela: “Questo Napoli mi riporta ai tempi della MaGiCa”

NAPOLI – Sto godendo come un matto: mi sembra di essere tornato ai tempi della MaGiCa e di quando il Napoli dettava legge ovunque“: Pino Tagliatela, ex numero 1 del Napoli e tifosissimo azzurro, non nasconde il suo entusiasmo per la partenza sprint degli uomini di Spalletti in campionato: “Nel primo posto del Napoli – spiega Tagliatela ai microfoni di Radio Marte – c’è grande merito dell’allenatore. Oltre ovviamente ai bravissimi calciatori che ci sono in rosa. Il Napoli, d’altronde, non è nuovo a certe partite importanti: ci sono tutti gli ingredienti per far sì che i partenopei siano primi. Queste situazioni mi fanno commuovere: la squadra è forte, speriamo che sia l’anno giusto. I ragazzi stanno dando tutto“. Dopo un’estate in cui è tornata in auge la diatrbia con la DC Comics per il logo di Batman spesso utilizzato da Taglialatela, ora il portiere sembra aver ritrovato la serenità, avendo aperto un dialogo con la casa editrice: “La DC Comics – ha spiegato nella stessa intervista l’ex numero 1 del Napoli – mi ha intimato di togliere il logo e non me l’hanno fatto registrare. Si sono però un po’ tranquillizzati, abbiamo parlato ed hanno capito che io non devo fare merchandising. Magari se vorrò fare una maglietta la potrò fare, ma io non voglio vendere niente. Si sono un po’ distesi, sembra che la cosa stia andando per il verso giusto“.

Il Napoli non si ferma più: Osimhen e Insigne stendono il Cagliari

Guarda la gallery

Il Napoli non si ferma più: Osimhen e Insigne stendono il Cagliari

“Ospina e Meret? Si stimolano a vicenda”

Tornando al calcio, non si può non parlare del dualismo Meret-Ospina con uno che di portieri se ne intende: “La squadra ha due grandissimi portieri – sottolinea Taglialatela – chi gioca merita. L’infortunio di Meret, che era partito titolare, sembrava poter risolvere la questione, con Ospina che ha fatto prestazioni importantissime. È bello avere questo tipo di problemi, ma bisogna risolverli. Prima si preferiva avere un portiere titolare e un secondo per non creasse problemi, e poi comunque c’erano meno partite. Meret ha forse qualcosa in più di Ospina ma il colombiano fa la differenza per come gestisce il campo e per come salva il gol, ha giocato ad altissimi livelli. Si stanno stimolando a vicenda e il Napoli ne trae beneficio. Magari uno giocherà in coppa e uno in campionato ma prima o poi si dovrà risolvere la gerarchia. Ospina ha fatto due parate importanti contro la Sampdoria, veramente notevoli anche per il momento. Portiere forte, fortunato il Napoli che può contare su di lui“. Ma un ottimo portiere senza una difesa granitica davanti farebbe comunque fatica. Dunque anche agli altri componenti del reparto arretrato l’ex portiere fa i suoi complimenti: “Io alla difesa davo molte indicazioni – ricorda Tagalialatela – anche perché i difensori lo richiedono e vogliono essere aiutati. Fondamentale che un portiere parli senza gridare nel nulla. Il segreto della difesa napoletana è Koulibaly – assicura – è qualcosa di fuori dalla norma secondo me. Chi gioca vicino a lui ne trae vantaggio. Manolas ha fatto qualche errore anche se è fortissimo, con Rrahmani però la difesa sta dando garanzia e squadra che vince non si cambia. Se la difesa non subisce gol continuerei così“.

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Sfida dei due mondi per gli Azzurri: l’Italia a giugno sfiderà Messi e l’Argentina Successivo Under 19, tutti i convocati: c'è anche un centrocampista della Roma

Lascia un commento