Tacopina, l’avvocato americano che vuole a tutti costi il calcio italiano

Legale di successo negli Stati Uniti, con la passione per lo sport più amato al mondo. Dopo Roma, Bologna e Venezia, adesso una nuova avventura in Italia. La Sicilia e il Catania sono pronte ad accoglierlo a braccia aperte

Il primo grande passo è stato compiuto quest’estate, quando una cordata di imprenditori locali salvò il Catania dal fallimento. Dopo sedici anni, l’era di Antonino Pulvirenti si era chiusa nel modo peggiore possibile. La matricola 11700 stava per sparire, ma fu proprio la Sigi a dare speranza ad un’intera città. Un terzo attore monitorava la situazione con un certo interesse, attirato dalle potenzialità della piazza e dal calore dei tifosi etnei, rimasto impresso nella mente dei più. Dal “clamoroso al Cibali” a un Roma-Catania del 19 novembre 2006 finito 7-0 che non bastò a fermare i sostenitori rossazzurri festanti all’Olimpico. La passione, l’adrenalina di una nuova sfida ma non solo, hanno spinto Joe Tacopina a farsi avanti e a rilevare, dopo una lunga trattativa, la società siciliana.

Precedente Tanti auguri all’unica squadra senza tifosi. E ora regalatevi la Var! Successivo Gaffe della Lega: auguri per tutti, ma non alla Lazio...

Lascia un commento