Tacchinardi: “La sensazione è che si sia rotto qualcosa tra la Juve e Dybala”

L’ex centrocampista della Juve ha rilasciato delle dichiarazioni dove ha parlato anche delle voci di mercato che vogliono Dybala lontano da Torino

L’ex centrocampista della Juve Alessio Tacchinardi, ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Radio Maracanà, dove ha parlato di diversi argomenti tra cui quello legato al rinnovo di contratto di Paulo Dybala che, alla luce delle ultime indiscrezioni potrebbe anche non avvenire.

SU DYBALA – La sensazione è che si sia rotto qualcosa. Magari Dybala voleva un certo tipo di contratto, la Juve aspettava le sue prestazioni. La sensazione è che non ci sia più grande feeling. La Juve ci ha creduto in lui, però deve salire di livello il calciatore, in tutti i sensi. Dybala in Supercoppa è entrato negli ultimi 20′ per spaccare la partita e invece ha fatto veramente poco. Non so se per una condizione fisica precaria o per una questione mentale e non si senta dentro al progetto Juve. Puntarci? Dipende a che cifre. Il giocatore vuole massimizzare, ma a Dybala, per pretendere quei soldi, mancano oggi due marce”. 

SULL’ATTACCO – Ho visto la Juve a San Siro e davanti ha davvero poco. E’ un attacco sterile, dava la sensazione di una squadra che ci provava ma che faceva poco. Ho visto Kean in difficoltà, Morata che girava, Dybala che andava piano. La Juve deve percepire che non è più quella di una volta. Se non lo percepisce, è un problema. Se pensa che Bernardeschi, Kaio Jorge, Kean, Morata ti facciano arrivare in Champions, rischia. Per me rischia di rimanere senza Europa a fine anno. Questa squadra ha dei limiti. Credo che Allegri lo sappia bene, ma Arrivabene? Mi fa strano sentire le sue parole in cui crede di avere un gruppo forte. Sulla Juve oggi vai a cercare il meno peggio

Precedente Ascoli, che poker a Terni: la squadra di Sottil sale in zona playoff Successivo Premier League, Crystal Palace beffato nel finale: con il Brighton finisce 1-1

Lascia un commento