Szczesny, la maschera è di pazzia o di coraggio?

Contro il Cagliari la Juventus il dubbio portiere, ma Szczesny si è candidato a giocare rassicurando Allegri sulla sua condizione. Il dubbio però rimane, perché Szczesny, sabato scorso durante il derby, si è fratturato il setto nasale in modo scomposto ed è stato operato immediatamente per ridurre la frattura e ridurre al minimo i problemi di respirazione, di solito normali per qualche settimana dopo questo tipo di incidente.

Szczesny vuole esserci col Cagliari

E, a meno di una settimana dal trauma, Szczesny vuole scendere in campo contro il Cagliari. Un pazzo? I medici che lo hanno curato dicono di no. Nel senso che non hanno controindicazioni specifiche, a patto che il polacco vesta la maschera protettiva che è già stata fabbricata appositamente per lui, assecondando i tratti del viso, mi modo che sia meno fastidiosa possibile. Ma, al di là del parere dei medici, resta il fatto che scendere in campo, dopo appena sei giorni da una frattura, può essere un po’ incosciente.

Spazio a Perin con la Lazio

Perin, d’altra parte, era prontissimo a sostituirlo, anche perché poi, martedì sera, toccherà comunque lui scendere in campo nella semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Lazio. Ma se Szczesny se la sente, Allegri è orientato a confermarlo. Una scelta coraggiosa o da pazzo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Al britannico Simon Carr la quarta tappa del Tour of the Alps. Fuga solitaria di 45 km fino a Borgo Valsugana Successivo Roma-Milan diretta, segui il quarto di finale di Europa League LIVE