Svolta Origi: niente rinnovo automatico, è libero di scegliere il Milan

L’attaccante belga non ha raggiunto il numero minimo di presenze che avrebbe fatto scattare il prolungamento unilaterale col Liverpool

Divock Origi è più vicino al Milan. Per il 27enne attaccante belga non scatterà, infatti, il rinnovo unilaterale col Liverpool: può dunque andarsene a fine stagione e trasferirsi in un club interessato a lui. Il Milan, forte di un accordo di massima già trovato col giocatore – 3,5 milioni netti a stagione, da capire se durata triennale o quadriennale – a questo punto dovrà solo decidere se finalizzare l’affare. L’operazione era stata condotta dal d.t. Maldini e dal d.s. Massara nelle scorse settimane: per l’ok definitivo servirà attendere verosimilmente il passaggio del club di via Aldo Rossi dalle mani del fondo Elliott ai nuovi proprietari (Investcorp e RedBird in lizza).

Presenze

—  

Ieri Jurgen Klopp non ha utilizzato Origi nel match di Birmingham contro l’Aston Villa, vinto 2-1 dai Reds. Il belga è rimasto in panchina per tutta la gara e le sue presenze in Premier League rimangono dunque ferme a quota 7: a due turni dalla fine, non raggiungerà i 10 gettoni che – come riporta The Athletic – avrebbero fatto scattare il rinnovo automatico. Il contratto di Origi era in scadenza a giugno, da oggi l’attaccante è di fatto libero da legami col Liverpool.

Precedente Da Adani a Toldo... I marcatori del derby d'Italia che non ti aspetti Successivo Nuova Champions in formato XXL. Più grande uguale più bella?

Lascia un commento