Svolta in casa Milan, fiducia a Pioli: resterà anche senza Champions

Il club vuole aprire un ciclo con lui, che intanto ha superato Gattuso: è il tecnico più longevo sulla panchina rossonera dopo Allegri

In una calda serata di luglio, per la precisione il giorno 21 dell’anno 2020, Stefano Pioli veniva confermato allenatore del Milan, con il rinnovo del contratto fino al 2022 e l’abbandono dell’ipotesi Rangnick che tanti rumori aveva generato per mesi. Segno del destino, forse, la conferma avveniva dopo Sassuolo-Milan. Pioli era arrivato al Sassuolo tanti anni fa, nel 2009, dove appena un anno prima aveva terminato il suo lavoro Massimiliano Allegri, lanciato verso la Serie A.

Precedente Quel gol non basta, è braccio di ferro: niente rinnovo con la Juve, Dybala sul mercato Successivo Fonseca: "Gran serata, ma sfida aperta. Le critiche? Le accetto ma quante bugie"

Lascia un commento