Svelata a Maranello la nuova Ferrari SF24. Sobria ma con tante novità. Telaio rivisto e misure mini

Fiato alle trombe: è nata la nuova Ferrari. E, come da tradizione, è stata presentata a Maranello , in un “martedì grasso“ carico di lieti auspici. I presagi di una buona stagione ci sono tutti. La SF-24 è la vettura di F1 n.80 della storia del Cavallino. Correrà il Mondiale 2024 che inizia il 2 marzo in Bahrain. Per la sesta stagione consecutiva parte da leader il pilota monegasco Charles Leclerc; farà coppia ancora con lo spagnolo Carlos Sainz.

L’anno prossimo ci sarà il sette volte iridato Lewis Hamilton, in arrivo dalla Mercedes. E la nuova monoposto? In sintesi: sobria ma con tante novità. Vediamole,colte al volo dal video di presentazione. Ma è solo una prima “generale” analisi. Un rapida sequenza.

La nuova Ferrari SF-24: caratteristiche tecniche

1. Muso più corto, il naso della Ferrari va fino in fondo, fiancate spioventi nel posteriore
e ridotte.
2. Sospensioni push rod per garantire una elevata tenuta di strada.
3. Telaio ridisegnato. Zona del sottoquadro non esasperata come per Red Bull.
4. Ala molto più in stile Red Bull. La livrea è stata rivista: il bianco è stato reintrodotto.
Il giallo e’ da sempre il secondo colore della Ferrari. La tonalità di rosso è il Racing
Red 2024, opaco. Il nero è limitato al fondo vettura, alle paratie anteriori, a parte dell’
Halo e ad altri dettagli. Cerchi Rossi con doppia striscia bianca e gialla.
5. L’entrata delle pance è diminuita come sezione verticale; vassoio stile Red Bull che
serve ad aumentare la portata d’aria nelle pance.

I commenti dei piloti

Sainz:” Le prime impressioni sono speciali. Vedi qualcosa di nuovo che non hai mai guidato. Dalla linea alla livrea. I primi 5 “lasciano senza fiato”. Leclerc: “Anch’io ho provato una sensazione unica dopo l’attesa e tanto lavoro. Poi c’era la voglia di vedere il nuovo design, mi piace tanto. Così come mi piacciono i nuovi dettagli”.

Ha aggiunto il telecronista ufficiale Carlo Vanzini: “È la prima Ferrari di Vasseur ma non totalmente in attesa del personale nel “ gardering” che farà parte del team”. Conclude Leo Turrini, opinionista Sky:” Le speranze sono tantissime ma molto poche le certezze. È una Ferrari in cui il dt Cardile e il motorista Gualtieri,con il resto dello staff, hanno lavorato su radiatori, fianchi, muso, sospensioni. I primi responsi arrivati dal simulatore pare siano stati incoraggianti. Ma io ci andrei cauto”.

Precedente Lotito: “Sarri maestro di calcio, Lazio ha futuro roseo”. Sui rinnovi... Successivo Bologna-Fiorentina, questo derby è una prova del nove

Lascia un commento