Supercoppa, la previsione di Vieri: “Partita in bilico, ma senza Spalletti…”

INVIATO A RIYAD Ci sono (almeno) 236 motivi per starsene lì ad ascoltare Bobo Vieri. Oppure, volendo, ce ne sarebbero anche 478. Ci sono i suoi gol che bastano ed avanzano per adagiarsi ai bordi del campo dell’Al-Shabab; o altrimenti c’è quella sua conoscenza universale – l’Italia, la Spagna, la Francia e poi pure la Nazionale, eh, che riesce ad appagare la curiosità. «E ci sono le finali che non hanno favoriti: perché questa Inter qua è bellissima, l’ha dimostrato anche con la Lazio, ma il Napoli ha vinto uno scudetto e ce lo siamo goduti. Certo, è andato via Spalletti, è un’altra cosa: ma io dico 50% a testa». 

Precedente Maignan, perché ci saranno i Daspo e non la chiusura dello stadio di Udine Successivo Non fare le coppe favorisce nella corsa scudetto?

Lascia un commento