Supercoppa FS, a Frosinone la finalissima Juventus-Milan

Frosinone – Sarà Juventus-Milan la finalissima di Supercoppa FS in programma sabato 8 gennaio, con fischio d’inizio alle 14.30, allo Stirpe di Frosinone. Alle 14.15 spazio anche all’esibizione di Alessandra Amoroso, madrina d’eccezione di un big match che promette spettacolo. Per la Juve, reduce dalla vittoria ai calci di rigore contro il Sassuolo per 5-4, si tratta della quarta finale consecutiva nella competizione, mentre per le rossonere di Ganz è la prima della storia, raggiunta grazie al successo sulla Roma per 2-1. Dopo aver vinto a novembre del 2018, il Milan con le bianconere ha perso cinque delle successive sette partite (due pareggi completano il quadro). La formazione piemontese è andata a segno in tutte le ultime 47 gare giocate in competizioni italiane (159 gol totali); il club rossonero ha segnato almeno due reti in cinque delle ultime sei partite disputate. Da quando il Milan ha debuttato in Serie A – nella stagione 2018/19 – soltanto la Juventus (65) ha vinto più incontri nel massimo campionato rispetto alle rossonere (50).

Montemurro: “Dobbiamo stare attenti e fare il massimo”

Alla vigilia della sfida contro il Milan ha parlato coach Montemurro: “Siamo qui per fare la miglior partita possibile. Non è stato facile prepararsi, ma non vogliamo alibi. Stiamo meglio rispetto a quando siamo arrivati, abbiamo lavorato insieme e abbiamo preparato bene questa gara. Ho parlato con le ragazze delle finali che hanno giocato ed è bello avere un gruppo che già capisce l’importanza di queste sfide. Ganz sta facendo un grande lavoro al Milan e si vede la crescita della squadra, dobbiamo stare attenti, essere umili e fare il massimo”.

Ganz: “Daremo battaglia sapendo che la Juve non sbaglia mai”

Non bisogna sbagliare nulla, stiamo bene fisicamente e siamo fieri di aver battuto la Roma. Daremo battaglia sapendo che la Juve non sbaglia mai – ha dichiarato Ganz in conferenza – Cambieremo poco o niente rispetto alla Roma e dobbiamo cercare di sfruttare le occasioni che avremo sapendo di incontrare una grande squadra, con la solita qualità tecnica e fisica. Dobbiamo dare il massimo: abbiamo un gruppo di calciatrici che deve lottare per la maglia. La Juve sta facendo cose straordinarie, sono orgoglioso in quanto italiano e felice per il cammino fatto fino ad ora. Piemonte? Autrice di una grande partita. È una lottatrice molto brava tecnicamente, ci ha dato la fisicità che ci mancava”.

Precedente Ecco gli arbitri di domenica: Massa per Roma-Juve, non c'è Chiffi Successivo Calciomercato Viterbese, Fumagalli è il nuovo portiere

Lascia un commento