Super Lukaku: doppietta e Belgio alle Final four italiane

L’attaccante dell’Inter trascina i suoi al successo sulla Danimarca, affiancando Italia, Francia e Spagna nelle finali che si giocheranno a Torino e Milano nell’ottobre del 2021

L’ultima giornata di Nations League ha emesso i verdetti ancora in bilico. I principali ovviamente erano quelli che dovevano determinare chi avrebbe affiancato Francia e Spagna, già qualificate, alle Final Four in programma nell’ottobre del 2021, con semifinali a Torino e Milano e finali a San Siro. Oltre agli azzurri, si è unito alla festa il Belgio, che ha battuto la Danimarca 4-2 grazie a uno scatenato Lukaku, autore di una doppietta.

Lega A

—  

Il successo dell’Italia a Sarajevo ha sancito il primato degli azzurri nel Gruppo 1. La Bosnia era invece già retrocessa prima della sfida di stasera con gli azzurri, al pari dell’Islanda e della Svezia (il rinvio di Svizzera-Ucraina lascia ancora indecisa la quarta squadra che scenderà in Lega B). Stacca il biglietto per le Final four – come detto – anche il Belgio, a cui peraltro sarebbe bastato anche un pareggio a Leuven contro la Danimarca.

Promosse: Francia, Spagna, Italia, Belgio.

Retrocesse: Bosnia, Islanda, Svezia, Svizzera o Ucraina.

Lega B

—  

Alla Repubblica Ceca serviva un successo sulla Slovacchia e che la Scozia non battesse Israele. Detto, fatto. La vittoria 2-0 a Plzen dei cechi e il k.o. (0-1) a Netanya degli scozzesi, freschi di qualificazione a Euro 2020, promuovono la nazionale del c.t. Silhavy in Lega A. Al pari dell’Ungheria che sfrutta il crollo della Russia (0-5) in Serbia, battendo 2-0 la Turchia (da una possibile promozione, i turchi finiscono invece col retrocedere) e conquistando in extremis il primo posto nel Gruppo 3. Avanza di fascia anche il Galles, vittorioso 3-1 sulla Finlandia (gli bastava il pari). Prima ancora di scendere in campo contro la Romania, l’Irlanda del Nord si era vista retrocessa in Lega C dopo la decisione dell’Uefa di punire la Norvegia con lo 0-3 a tavolino per non essersi potuta presentare alla sfida coi romeni del penultimo turno, obbligata a non viaggiare per rispettare i protocolli Covid. Scivolata in classifica a 6 punti dalla Romania, la sfida odierna è diventata di fatto superflua. Norvegesi che sono però scesi in campo a Vienna, pareggiando 1-1 e quindi non scavalcando gli austriaci al 1° posto in classifica. Scende anche la Bulgaria, che non riesce a piegare l’Irlanda (0-0), al pari della Slovacchia.

Promosse: R.Ceca, Ungheria, Galles, Austria.

Retrocesse: Turchia, Slovacchia, Bulgaria, Irlanda del Nord.

Lega C

—  

Nel Gruppo 2, lo scontro diretto sul neutro di Nicosia (Cipro) ha permesso all’Armenia di centrare la promozione ai danni della Macedonia del Nord. Decisivo il gol di Hambardzumyan. L’Estonia era già destinata agli spareggi salvezza, assieme e Kazakistan e Cipro. Sale di un gradino anche la Slovenia grazie al pari (0-0) con la Grecia. Dopo il Montenegro, nel pomeriggio è toccato all’Albania di Reja strappare il biglietto per il piano superiore, grazie al successo sulla Bielorussia.

Promosse: Montenegro, Albania, Armenia, Slovenia.

Spareggi salvezza: Moldavia, Cipro, Kazakistan, Estonia.

Lega D

—  

I gironi si erano già chiusi con la promozione di Isole Far Oer e Gibilterra.

Precedente Arriva il via libera dall'Asl Roma 1, Immobile ora è negativo: Inzaghi sorride Successivo Italia, Mancini: "Sto benissimo. Insigne? Per noi è fondamentale"

Lascia un commento