Stroeykens, parte la corsa alla mezzala dell’Anderlecht

Il Belgio è la casa dei talenti. Un lavoro radicale sui settori giovanili, una crescita costante, la capacità di entrare in competizione con i vicini di porta dell’Olanda, considerata da mezzo secolo un supermercato di grande qualità. De Bruyne e Courtois hanno segnato un cambio di direzione, l’inizio di una nuova epoca, fino a De Ketelaere e Doku. Quasi quindici anni pieni di scoperte, con una nazionale che ha scalato posizioni nel ranking. L’Anderlecht sta accompagnando con attenzione e curiosità l’ascesa di un altro ragazzo, Mario Stroeykens, mezzala o trequartista, diciannove anni, quattro gol e cinque assist in questo campionato.

IL CONTRATTO – È il piccolo artista della nazionale Under 21, guidata da Gill Swerts. Creatività e finte, passaggi filtranti e tocco delizioso. Un metro e 77, destro naturale, è nato il 29 settembre del 2004 a Zellik. Ha un contratto fino al 2026. È diventato titolare nell’Anderlecht, il tecnico Brian Riemer lo utilizza come mezzala nel 4-3-3. Stroeykens ha segnato al Mechelen, al Leuven, al Cercle Bruges e al Sint-Truiden. È uno dei talenti della Jupiler Pro League insieme con Yari Verschaeren, classe 2001, numero dieci, suo compagno nell’Anderlecht e in corsa per la convocazione del ct Domenico Tedesco all’Europeo in Germania.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Dallinga, l’olandese seguito dal Bologna Successivo Koopmeiners alla Juventus: un nuovo annuncio da Bergamo

Lascia un commento