Straordinari per difesa e B&B, attacco rotante e la variabile Calha: ecco le prossime Inter

Inzaghi senza Correa e Lautaro, che saranno titolari col Real. A Marassi con Sensi e Dzeko. Se il turco regge, gioca anche in Champions. Dumfries dal 1′ col Bologna? Quelli che non si fermano sono in retroguardia più Barella e Brozovic

Luca Taidelli

6 settembre – Milano

Meglio affrontarla con il bottino pieno delle prime due giornate, ma la stagione calcistica inizia sabato prossimo. E lo fa con il classico tour de force che, prima della prossima pausa delle nazionali, costringe le big a giocare sette partite in tre settimane, vale a dire cinque turni di campionato (c’è l’infrasettimanale del 23 settembre) e due di Coppa. Alla faccia del mantra “la partita più importante è la prossima”, è il momento di dosare le forze e di attendere risposte importanti dalle supposte seconde linee. Anche perché Simone Inzaghi già alla ripresa, domenica in casa della Samp, dovrà per forza cambiare qualcosa della sua Inter.

Così a Marassi

—  

Dopo avere mantenuto dieci undicesimi (Lautaro per Sensi, a Verona, l’unico cambio), il tecnico piacentino a Marassi non potrà iniziare con i sudamericani, che rientreranno a Milano soltanto sabato mattina in quanto impegnati con l’ultimo match di qualificazione a Qatar 2022 nella notte tra giovedì e venerdì. Tutto si potrebbe, ma azzardare l’impiego di Correa e Lautaro domenica all’ora di pranzo quando sei all’inizio di un tour de force porterebbe rischi esagerati. Anche perché, dopo le prove generali con la Dinamo Kiev, la formula con Sensi di raccordo e Dzeko unica punta aveva portato gol e spettacolo contro il Genoa. Con Sanchez ancora ai box, in casa Samp toccherà di nuovo al piccolo fantasista (in tribuna ieri per Svizzera-Italia) e al bosniaco. Sugli esterni ci saranno sicuramente Darmian, ottimo finora e tra i pochi rimasti ad Appiano, e uno tra Dimarco e Perisic. Con Vidal (e Vecino) che ha lo stesso problema degli argentini, l’alternativa al trio titolare Barella, Brozovic, Calhanoglu è soltanto Gagliardini. La difesa sarà quella titolare, chiamata a stringere i denti anche negli impegni successivi.

Col Real, invece

—  

Tre giorni dopo al Meazza arriva il Real di Ancelotti. Vietato sbagliare, se non si vuole bucare per il terzo anno di fila la qualificazione agli ottavi di Champions. Probabile che in attacco partano proprio il Toro e il Tucu, con Dzeko lusso dalla panchina. Barella e Brozovic vivono di corsa e non si toccano. L’impiego di Calha dipenderà dalle risposte dopo Marassi, nel caso è pronto Vidal, abituato a certe sfide e voglioso di riscattarsi dopo il flop dell’anno scorso proprio contro i Blancos (rigore procurato ed espulsione per proteste). A sinistra Inzaghi punterà sull’esperienza di Perisic, mentre a destra scalpita Dumfries che però potrebbe rimandare il suo debutto da titolare. Sabato 18 infatti c’è il Bologna, martedì 22 la trasferta di Firenze e quattro giorni dopo il primo scontro diretto, contro l’Atalanta.

Le tre formazioni

—  

Al netto di infortuni o altre variabili legate all’ultimo impegno in nazionale, qui sotto ci sono le formazioni su cui Inzaghi potrebbe puntare nei tre impegni della settimana prossima. Con il blocco difensivo e la coppia Barella-Brozovic destinati a fare gli straordinari

Contro la Samp (domenica 12, ore 12.30): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Dimarco (Perisic); Sensi; Dzeko.

Contro il Real Madrid (mercoledì 15, ore 20.45): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu (Vidal), Perisic; Correa, Lautaro.

Contro il Bologna (sabato 18, ore 18): Handanovic; Skriniar, De Vrij (Ranocchia), Bastoni (Darmian); Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu (Gagliardini), Dimarco (Perisic); Dzeko, Correa (Lautaro).

Sfida i migliori fantallenatori al fantacampionato Nazionale di Magic Gazzetta, la classifica generale parte il 25 settembre! In palio un montepremi da 260.000€. Attivati ora!

Precedente Juve a Napoli con tre nuovi titolari? Chiellini, Loca e Kean in pole Successivo Lady Morata continua a stupire. Ecco gli scatti che hanno rapito i fan

Lascia un commento