Stellini esalta Perisic: “Bravo, si sacrifica. Barella come Conte? Glielo auguro”

Il vice di Conte applaude il croato dopo il colpo di Firenze: “Gioca in modo diverso, sappiamo che può fare bene le due fasi. Antonio in tribuna soffre…”

Squalificato Antonio Conte, tocca a Cristian Stellini commentare lo 0-2 dell’Inter sulla Fiorentina: “Non vogliamo mettere pressione al Milan, pensiamo solamente al nostro cammino. Siamo felici per una vittoria conquistata su un campo complicato, considerando inoltre che siamo reduci dalla partita contro la Juve”. Applausi per la coppia Sanchez-Lukaku da parte del vice nerazzurro: “Hanno giocato di squadra, servendo molto i compagni, da loro ci aspettavamo proprio questo”.

Bravo Ivan, avanti così

—  

Le considerazioni positive si estendono al resto del gruppo: “Tutti sono collaborativi e generosi, magari anche troppo: per questo talvolta capita di perdere il controllo. Non posso fare altro che complimentarmi con loro”. Stellini prosegue: “Perisic per Young dall’inizio? Siamo contenti anche di quanto fatto in quella zona di campo. Lavoriamo su tutti i reparti e pensiamo a qualsiasi opzione per mettere in difficoltà l’avversario”. Focus sull’esterno croato: “Cosa gli manca per diventare un calciatore completo? Ha fatto un grande sacrificio adattandosi a un ruolo diverso dal solito: per noi è molto prezioso, siamo convinti che possa fare bene in entrambe le fasi. Deve continuare così”.

Barella come… Antonio

—  

Su Conte, un leone in gabbia in tribuna per via della squalifica: “Quando si vive la partita da fuori credo sia normale soffrire, tutti conoscono il carisma di Antonio: i suoi consigli, anche da fuori, sono sempre positivi. È la nostra guida, dobbiamo sempre seguirlo”. Sulla situazione societaria, così Cristian: “Non ci pensiamo, conta il campo: c’è ancora tanta strada davanti con due competizioni in cui vogliamo fare il massimo. E auguro a Barella di somigliare un po’ ad Antonio: sta andando benissimo, ora ci aspettiamo ulteriori gol”.

Precedente Colpaccio dell'Ascoli: Dionisi ribalta il Lecce Successivo Perisic: "Ora che siamo primi è vietato sbagliare. E andiamo a vincere a Torino"

Lascia un commento