Stam e l’Olanda dei difensori: “Abbiamo i migliori del mondo”

C’era una volta l’Olanda di un mito del calcio come Johan Cruijff, nell’era dell’Arancia Meccanica che ha riscritto per sempre la storia del calcio, e poi quella degli attaccanti leggendari, da Ruud Gullit a Marco Van Basten, capaci di portare la nazionale al primo e finora unico titolo della storia, l’Europeo 1988, ma mai neppure andati vicini al traguardo della finale Mondiale, raggiunto per due edizioni negli anni ’70 e poi nel 2010.

Mondiali, chi alza la Coppa? La risposta dell'algoritmo è sorprendente

Guarda la gallery

Mondiali, chi alza la Coppa? La risposta dell’algoritmo è sorprendente

Qatar 2022, l’Olanda comincia dalla difesa

Oggi, invece, le speranze degli Orange di fare strada in Qatar sono affidate in primo luogo alla batteria di difensori della quale può disporre Louis Van Gaal. A dirsene convinto è uno che di difesa se ne intende, Jaap Stam, che ai microfoni di ‘Algemeen Dagblad’ si dice sicuro che nessun’altra nazionale presente in Qatar possa contare su difensori di qualità come l’Olanda: “Abbiamo molti buoni difensori e penso a Matthijs De Ligt, ma anche a Stefan de Vrij, a Virgil Van Dijk, ma anche ai più giovani, come Nathan Aké e Jurrien Timber, senza dimenticarsi di Sven Botman, che ho visto giocare molto bene al Newcastle e può entrare presto nella nazionale maggiore. Tutto questo è molto positivo per la nostra nazionale, penso che nessun’altra nazionale in questo mondiale abbia tante valide opzioni nel ruolo di difensore centrale come l’Olanda“.

“Giocare all’estero arricchisce il bagaglio”

Classe ’72, Stam ha legato la propria carriera da calciatore in patria alla maglia del PSV Eindhoven, con la quale si è messo in evidenza meritandosi la chiamata del Manchester United, dove ha giocato per tre anni vincendo la Champions League del ’99. Nel 2001 il passaggio alla Lazio, dove l’olandese è rimasto per tre anni vincendo la Coppa Italia nel 2004 e il biennio al Milan. Stam riflette proprio sull’importanza di fare esperienze all’estero: “Oggi i nostri difensori stanno vivendo esperienze di alto livello in Europa e giocano. Anche per noi in passato era così, ma al giorno d’oggi col grande giro di denaro che c’è è meno ovvio“.

Olanda, che gaffe! In posa per la foto con la bandiera della Francia

Guarda il video

Olanda, che gaffe! In posa per la foto con la bandiera della Francia

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Roma, è atterrato Solbakken! Ecco le immagini del suo arrivo, ora visite e firma Successivo Batistuta esalta Totti: "Ho giocato con i più grandi, mi sarebbe piaciuto..."

Lascia un commento