Stadio Wembley di Londra, la guida: partite e tifosi ammessi

Il fortino dell’Inghilterra nel gruppo D sarà l’impianto principale della manifestazione: ospiterà semifinali e finalissima, oltre che due ottavi. Ammessi 22.500 spettatori sui 90milia totali

È uno degli impianti da calcio più conosciuti al mondo: costruito nel 1923, fu chiuso nel 2000 per essere abbattuto nel 2003, e sostituito quattro anni dopo dal nuovo Wembley.

Storia

—  

Nel vecchio impianto si giocarono otto gare del Mondiale ’66, l’unico vinto dall’Inghilterra, e sei dell’Europeo ’96, oltre a cinque finali di Coppa dei Campioni (quella del ’63 vinta dal Milan sul Benfica, quella del ’92 persa dalla Samp contro il Barça). Il nuovo stadio, che al posto delle iconiche torri vede un imponente arco d’acciaio come elemento distintivo, è stato inaugurato il 24 marzo 2007 con un’amichevole tra Inghilterra e Italia Under 21, finita 3-3 con tripletta di Giampaolo Pazzini: il “Pazzo”, quindi, è stato il primo in assoluto a segnare nel nuovo stadio, il primo a farne addirittura tre.

Partite storiche

—  

Ogni anno, a Wembley si tengono le finali di Fa Cup, League Cup e Community Shield, e in occasioni delle Olimpiadi del 2012 ha ospitato nove partite del torneo di calcio, sei di quello maschile e tre di quello femminile. Dal 2007 al 2019, poi, qui si sono tenute diverse partite di football americano per l’Nfl International Series, il programma della lega americana che prevede lo svolgimento di alcuni match fuori dagli Usa.

Sarà lo stadio più “sfruttato” per Euro2020: qui ci saranno le tre gare dell’Inghilterra ai gironi (Croazia, Scozia e Repubblica Ceca) più due ottavi, le semifinali e la finale, prevista per l’11 luglio. Ha una capienza di 90mila posti, ma almeno per le prime tre gare vi potranno accedere 22.500 persone.

Precedente Stadio Hampden Park di Glasgow, la guida: partite e tifosi ammessi Successivo Stadio San Pietroburgo, la guida: partite e tifosi ammessi

Lascia un commento