Stadio San Pietroburgo, la guida: partite e tifosi ammessi

Ha una capienza di oltre 64mila posti, ma per il torneo ospiterà 30.500 spettatori. Qui si terranno tre partite del gruppo B, altrettante del gruppo E e un quarto di finale

Costato più di un miliardo, nel 2017 ha sostituito il vecchio stadio Petrovskij come casa dello Zenit San Pietroburgo. La curiosità è che non ha ancora un nome ufficiale: avrebbe dovuto essere Zenit Arena, poi Gazprom Arena, dal nome dell’azienda proprietaria del club, ma in questi tre anni è rimasto semplicemente “Stadio San Pietroburgo”.

Storia

—  

Sorto dalle ceneri del Kirov Stadium, abbattuto nel 2005, si trova sull’isola Krestovskij e offre, dall’esterno, una delle visuali più suggestive del Paese. Nei paraggi, nel dicembre 1916, fu buttato nel fiume Neva il corpo senza vita di Rasputin.

Partite storiche

—  

Nonostante l’inaugurazione piuttosto recente, è stato teatro di parecchie partite internazionali: oltre alle gare europee dello Zenit, nel 2017 ha ospitato quattro gare della Confederations Cup, tra cui la finale, e l’anno successivo sette partite del Mondiale, tra cui una semifinale e la finale per il terzo posto.

Capienza e quali partite ospiterà

—  

Ha una capienza di oltre 64mila posti, ma per l’Europeo ospiterà 30.500 spettatori. Qui si terranno tre partite del gruppo B, di cui due della Russia, altrettante del gruppo E e un quarto di finale, in programma per il 2 luglio.

Precedente Stadio Wembley di Londra, la guida: partite e tifosi ammessi Successivo Sport: "Inter, Sanchez ai saluti: c'è il Siviglia"

Lascia un commento