Stadio Flaminio, parla Onorato: “C’è volontà di Lotito, priorità alla Lazio”

ROMA – A poco più di una settimana dalla richiesta di tutta la documentazione inerente allo stadio Flaminio inviata da Claudio Lotito al Comune di Roma, si torna a parlare della questione riguardante l’impianto sportivo capitolino. Nello specifico, a portare nuovi aggiornamenti sull’argomento, ci ha pensato l’Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda Alessandro Onorato, ai microfoni di Radiosei: “Con il presidente Lotito per il Flaminio non c’è mai stata una vera e propria scadenza. Il Comune non vuole lasciare l’impianto in questa condizione di decadenza. Roma ha due squadre di calcio importanti con l’ambizione di avere il proprio stadio. Da parte nostra c’è una sorta di priorità morale nei confronti della Lazio, circa una sorta di progetto per far diventare il quadrante del Flaminio una casa della Lazio. Ad agosto abbiamo continuato a lavorare, ci siamo incontrati, abbiamo espresso questa disponibilità. Chiaro che non devono essere tentennamenti. Non è un tabù immaginare lo Stadio Flaminio alla Lazio, ma deve essere massima convinzione”.

Serie A, le pagelle alla terza giornata: Lazio top, Roma da rivedere

Guarda la gallery

Serie A, le pagelle alla terza giornata: Lazio top, Roma da rivedere

Onorato: “Ci sono interessamenti, ma la priorità va alla Lazio”

Onorato non ha negato la presenza di numerosi interessamenti per l’impianto sportivo, spiegando però come sia proprio la Lazio ad avere la priorità al momento: “Nell’incontro che abbiamo avuto con Lotito ho visto la reale volontà e disponibilità dello stesso. Ci sono altri interessamenti, la priorità è della Lazio, ma ci aspettiamo che prossimamente il club possa presentare una proposta che tenga conto anche dei vincoli. Se qualcuno pensa che quell’area possa diventare solo commerciale sbaglia. Se la Lazio vuole mettere in campo dei progetti e dei fondi che vadano a tutelare anche la natura architettonica dell’impianto ben venga. C’è la disponibilità della Lazio a parlarne, formalmente noi aspettiamo un passaggio con pec del club per dare vita al dialogo concreto e per la richiesta di tutti i documenti utili per entrare nel vivo. L’iter burocratico è chiaro e netto, la famiglia Nervi e la sovraintendenza sono predisposti a trovare una soluzione”, ha sottolineato Onorato. “Mi auguro che il prima possibile Lotito invii questa email e dopo la nostra risposta, mi auguro che possa poi manifestare ufficialmente l’intenzione di procedere. Se oggi la Lazio vuole presentare un progetto coinvolgendo tutti i soggetti interessati il dialogo è fattibile ed i tempi sarebbero anche più stretti di quanto si immagina. Si tratta di recuperare una struttura adeguandola alle norme. Sfatiamo il mito che la cosa sia impossibile. Si può fare, certamente non a tutti i costi“, ha concluso.

Lazio, Milinkovic Savic non parte

Guarda il video

Lazio, Milinkovic Savic non parte

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente L'agente di Fagioli si rammarica: “Speravamo di rimanere alla Juve” Successivo Paredes sarà della Juve, l'annuncio di Galtier: "Ha trovato l'accordo"

Lascia un commento