Sport italiano nel 2022, 10 punti di domanda per 10 discipline, sapremo rinnovare i fasti dello scorso anno?

 Sport italiano 2022, dieci temi, dieci discipline, dieci grandi attese. Enrico Pirondini guarda nello specchio magico.

1) NAZIONALE DI CALCIO –  È alla ricerca della qualificazione per i Mondiali che si disputeranno in Qatar (novembre-dicembre). Mancini deve fare le scelte nelle prossime 11 settimane. Probabile che cambi. L’Italia di Wembley è da rinnovare.  Deprimente il bilancio azzurro in questa stagione: sette partite,due vittorie, quattro pareggi ed una sconfitta. Urge lo scossone.

2) FERRARI – I progettisti di Maranello stanno lavorando ad una monoposto in grado di ridurre il gap con Red Bull e Mercedes. Fra un mese la presentazione della nuova macchina. Campionato al via il 20 marzo. Rossa fiduciosa.

Sport su due ruote

3) MOTOGP – La Ducati sta preparando l’assalto al titolo iridato con Bagnaia. È pronta. Pecco anche. Non a caso ha vinto quattro degli ultimi sei GP.

4) TENNIS – L’Italia insegue uno Slam 46 anni dopo il trionfo di Panatta al Roland Garros. Era il 1976. Puntiamo su Berrettini e Sinner.

5) CICLISMO- Tutti si aspettano grandi cose da Filippo Ganna che correrà le classiche ( Sanremo e Roubaix) e, a fine agosto, dopo il Tour, tenterà il record dell’ora.

6) PALLAVOLO – Le due Nazionali ( maschile e femminile), vincitrici dell’ultimo Europeo, puntano al bis iridato. I maschi in Russia, le ragazze in Olanda e Polonia ( settembre).

7) BASKET – L’Olimpia Milano insegue il sogno Eurolega. Sono passati 34 anni  dall’ultima Coppa Campioni sollevata (allora si chiamava così). Era il 1988 e giocava un trio magico: D’Antoni-McAdoo-Meneghin.

Sulla pista di atletica

8) ATLETICA LEGGERA – Si punta ad una stagione di conferme post Olimpiadi. I cinque ori di Tokyo fanno ben sperare. Sia per i Mondiali di luglio ( Eugene, Oregon ) sia per gli Europei di agosto ( Monaco di Baviera.). Le nostre bandiere? Naturalmente Marcell Jacobs, Gimbo Tamberi e la marcia.

9) NUOTO – Non c’è più Federica Pellegrini ma il nuoto tricolore sa esprimere altri campioni come Paltrinieri, Detti, Miressi, Quadarella, Razzetti , Panziera. Ai Mondiali di maggio (Giappone) e agli Europei in casa  (Roma in agosto) gli azzurri saranno protagonisti.

10) GIOCHI INVERNALI – A Tokyo hanno collezionato 40 medaglie. L’Italia può ripetersi a Pechino in febbraio superandosi. La squadra è competitiva in sci alpino, biathlon, staffette, snowboard, short track,  la pista lunga, il fondo,lo slittino. Senza escludere le sorprese che potrebbero arrivare da skicross e skeleton. Le carte ci sono specie con Sofia Goggia,Federica Brignone, Marta Bassinoe Dominik Paris.

Precedente Bundesliga, il Bochum torna a vincere: 1-0 al Wolfsburg, decide Pantovic Successivo Napoli, Petagna: "Felice per il gol. Insigne? Ha fatto una scelta di vita"

Lascia un commento