Spezia, Thiago Motta: “Mi aspetto il miglior Milan, sono da scudetto”

Lo Spezia, reduce dal derby vinto contro il Genoa, gioca contro il Milan. E stavolta la…stracittadina è per Thiago Motta, che vuole che i suoi siano assolutamente concentrati sul Diavolo, piuttosto che pensare alle partite abbordabili che verranno

Lo Spezia, reduce dal derby vinto contro il Genoa, gioca contro il Milan. E stavolta la…stracittadina è per Thiago Motta, che ha rappresentato l’Inter più vincente degli ultimi decenni. Il tecnico presenta in conferenza stampa la sfida contro i rossoneri con un certo anticipo, visto che si gioca lunedì. Ma vuole che i suoi siano assolutamente concentrati sul Diavolo, piuttosto che pensare alle partite abbordabili che verranno…

ILMILAN – Ed ecco perchè Maggiore e Manaj, diffidati, potrebbero non essere tenuti a riposo. “Noi pensiamo partita dopo partita e adesso ci concentriamo sul Milan al 100%. Loro sono una squadra costruita per vincere lo scudetto, noi dobbiamo continuare a pensare di match in match. Per preparare Samp e Salernitana avremo tempo”. Dunque, testa ai rossoneri, che Thiago Motta immagina intenzionati a non lasciare nulla di intentato nella lotta contro l’Inter. “Mi aspetto il miglior Milan possibile. Quando indossi una maglia come quella del Milan, con una rosa ampia e con giocatori di grande qualità, e hai la possibilità di giocare, vuol dire che fai quello che sai fare. Loro sono calciatori di qualità, di altissimo livello, noi sappiamo che ci troveremo di fronte il miglior Milan”.

LOTTA SALVEZZA – Con la vittoria sul Genoa, lo Spezia si è portato fuori dalla zona retrocessione. Ma quelle che sono dietro sembrano aver ingranato la marcia giusta. Dunque, lotta salvezza riaperta? “Come ha detto il presidente, la strada è lunga e insidiosa. Sappiamo bene che arriveranno momenti delicati e complicati, dobbiamo rimanere uniti e fare il meglio possibile giorno dopo giorno, per il bene della squadra, del club e di tutte le persone che ci vengono a vedere”. E la squadra ha dimostrato di essere particolarmente unita, nonostante i tanti volti nuovi arrivati in estate. “Siamo una squadra che non ha fatto un inizio stagione come le altre. C’è stato il Covid, il problema in preparazione, i tanti cambi e i molti giocatori arrivati alla fine del mercato. Avevamo bisogno di tempo per conoscersi, ci sono ragazzi che si sono subito integrati in gruppo e altri che hanno avuto bisogno di più tempo. Possiamo e dobbiamo migliorare, ma questa unità è importante, sono molto ottimista. Siamo un gruppo sano, che vuole migliorarsi”. E magari…fare uno sgambetto al Milan!

Precedente Risultati Coppa d'Africa 2021/ Diretta gol: si scende in campo! Live score Successivo Galeone: "Juve da rifare. Dybala e Chiesa possono anche partire"

Lascia un commento