Spezia, Pecini: “Con Manaj c’è il salto di qualità in attacco”

Il d.s. dei liguri: “Salcedo darà il tempo ai giovani stranieri di adattarsi, Nzola fa parte della rosa, è rimasto qui e ora dipende solo da lui”

“Nzola? Fa parte della rosa, è rimasto qui e ora dipende solo da lui. Ultimamente si sta allenando molto bene”. Il d.s. dello Spezia Riccardo Pecini, il giorno dopo la chiusura del mercato, affronta il nodo legato all’attaccante angolano, da tempo sul mercato e mai convocato da Thiago Motta in questo avvio di stagione. In ballo, fino all’ultimo, il suo passaggio al Genoa. Si è parlato – prosegue Pecini – e poi non è andata in porto. È vero, ci sono stati interessamenti anche da altre realtà, ma alla fine erano solo richieste di informazioni. Se manterrà la testa sul campo, è un valore aggiunto importante per noi”.

Soddisfatto del bilancio sulle operazioni?
“Siamo riusciti a rinforzare e completare la squadra, mantenendo la linea strategica iniziale, cioè creare un gruppo di ragazzi sano, di qualità e prospettiva e in grado di affrontare il campionato di serie A, per gli obiettivi di salvezza che ci siamo prefissati. Gli svincolati? Valutiamo le occasioni, solo se davvero significative per la rosa”.

Tutto più complicato con il prossimo blocco del mercato?
“Un lavoro enorme perché abbiamo dovuto programmare sia la squadra di questa stagione, sia quella ipotetica delle prossime due”.

I cinque acquisti nell’ultimo giorno?
“Con Kiwior si è completato il pacchetto difensivo: in questo modo abbiamo due centrali destri e due mancini. Per Agudelo è stata lunga e complicata, il mister l’ha già avuto e l’ha rivoluto a tutti i costi. Strelec sarà uno dei giocatori più sorprendenti di questo campionato. Fino a 20 giorni fa era invece impensabile prendere Manaj, che consentirà al reparto di fare il salto di qualità. Infine Salcedo, che darà il tempo ai giovani stranieri di adattarsi”.

E il mancato arrivo di Piccoli?
“C’è stata un po’ di confusione, alla fine non si è concluso”.

Precedente Roma, niente Conference League per Fazio, Santon e Nzonzi Successivo Castillejo e Conti, niente cessione: dovranno provare a riprendersi il Milan

Lascia un commento