Spezia-Milan, fattore campo al contrario? Doppio tris del Diavolo ai liguri

Quella di Italiano è la squadra con la più bassa percentuale di punti in casa in questo campionato, la formazione di Pioli invece non perde lontano da San Siro dal dicembre 2019

Lo Spezia prima del derby. Il Milan capolista non ha intenzione di fermarsi e vuole arrivare al big match contro l’Inter con altri tre punti in tasca e, chissà, magari con un distacco maggiore sui cugini, impegnati a San Siro nell’ostica sfida contro la Lazio. I rossoneri vengono da due vittorie consecutive in campionato, contro Bologna e Crotone, dopo la sconfitta interna contro l’Atalanta; gli uomini di Italiano hanno trovato tre punti pesanti in casa del Sassuolo nell’ultimo turno di campionato: i liguri sono a +6 dal Cagliari terz’ultimo in classifica. Con i suoi 21 punti conquistati fino a questo momento, lo Spezia è la squadra che ha fatto meglio dopo 21 giornate al suoo esordio assoluto in Serie A dopo il Siena, nella stagione 2003/04.

Fattore campo…

—  

Milan e Spezia si sono affrontate due volte nella loro storia, nel 2014 in Coppa Italia e nel match d’andata di questa stagione: in entrambe le occasioni i rossoneri hanno segnato tre gol. Il Diavolo vola fuori casa: l’ultima sconfitta in campionato lontano da San Siro è datata 22 dicembre 2019, con la batosta subita sul campo dell’Atalanta (5-0). Dall’altra parte, gli uomini di Italiano hanno raccolto solamente il 29% dei punti di questa Serie A in partite giocate in casa (6 su 21): si tratta della percentuale più bassa nel campionato in corso. Se senza pubblico il fattore campo è già di per sé un fattore meno influente, in questo caso è proprio nullo. O addirittura al contrario.

I numeri

—  

I rossoneri non sono la miglior difesa del campionato, ma sono la squadra che ha tenuto la porta inviolata più volte in Serie A in questa stagione: otto, lo Spezia ci è riuscito in quattro occasioni. La metà. Il pericolo numero uno per Italiano è ovviamente Zlatan Ibrahimovic: lo svedese potrebbe diventare il primo giocatore nel nuovo millennio ad andare a segno contro 80 squadre diverse, considerando i cinque principali campionati europei (Serie A, Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1). E lo Spezia sarà la 99esima squadra affrontata da Ibra sempre considerando i top-5 campionati d’Europa.

Precedente Bologna-Benevento 1-1: Viola risponde a Sansone Successivo Zaniolo, dopo la Ghenea c'è... Nicole Minetti! "Aperitivo solo con lui"

Lascia un commento