Spezia, Italiano: “Sono arrabbiatissimo, il pari sarebbe stato oro colato”

Lo Spezia esce senza punti dall’Olimpico dopo una partita che farà molto discutere, soprattutto alla luce del convulso finale che ha lasciato i biancocelesti in nove uomini. Il rigore di Caicedo è lo spartiacque di una sfida nervosissima che i liguri hanno cercato di giocare sino alla fine. Italiano analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

A TESTA ALTA – Lo Spezia esce a testa alta e con la consapevolezza di potersi giocare la permanenza. “Sono arrabbiatissimo perché a questo punto del campionato un pareggio per noi sarebbe stato oro colato. Sono rammaricato, la squadra ha giocato come doveva contro una grande squadra abbiamo creato e anche concesso qualcosa ma il punto era meritatissimo. A fine primo tempo ho detto ai ragazzi di non subire gol ingenui e grossolani. Ho chiesto di restare concentrati, ma siamo partiti molli, ma dopo aver sbandato abbiamo ripreso in mano la partita. Non è facile aggiustare tutto a volte è un aspetto mentale, in qualche altro è fisico ma questo aspetto non può continuare a condizionare il nostro campionato”.

EPISODIO – Il convulso finale lascia più di qualche polemica. Finale nervosissimo. “Sull’episodio di Acerbi ho sentito dire mano, ma non so quale sia se quella poggiata a terra o in alto. Per l’episodio che ci riguarda non voglio giudicare. Questo rigore nasce da un’azione in cui potevamo difendere meglio. Non è colpa dell’arbitro.  Avremmo potuto e dovuto mettere una pezza, è colpa nostra. Oggi dico che va bene così”

<!–

–> <!–

–>

Precedente Il Napoli continua a vincere ma non parla nessuno. I tesserati restano in silenzio stampa Successivo Fiorentina, Iachini: "Timidi all’inizio e puniti al primo errore, ma buona reazione"

Lascia un commento