Spalletti se la ride: “Serata bellissima, abbiamo giocato a viso aperto. E vinto”

L’allenatore del Napoli si gode il trionfo sulla Juve: “Un successo arrivato con grande merito, giocando sempre, come è nel nostro Dna. Osimhen può diventare uno dei più forti in assoluto”. E lui: “Lo scudetto? Abbiamo buone chance, ma non ci pensiamo ancora: la cosa più importante è continuare a vincere”

Salvatore Malfitano @malfitoto

13 gennaio – Milano

Probabilmente nemmeno nello scenario più roseo, Luciano Spalletti se la sarebbe immaginata così. Una vittoria destinata a finire di diritto nella storia del Napoli, specialmente se la stagione dovesse essere coronata col titolo che ormai, dopo questo incredibile 5-1 rifilato alla Juventus, sembra aver perso una delle pretendenti. Ma il messaggio, secondo il tecnico, non è stato mandato al campionato e alle rivali. “È più per noi stessi, perché magari abbiamo sempre il dubbio di non essere a questi livelli. La Juve l’abbiamo sofferta un po’ tutti, spesso è una squadra fortissima, un colosso. Non dovevamo avere il rimorso di esser stati titubanti, giocando a viso aperto e l’abbiamo vinta con grande merito” ha commentato al termine della partita, intervistato da Dazn. “È stata una serata bellissima – ha proseguito Spalletti – una grande partita con ritmi altissimi ed è ciò che noi assolutamente dobbiamo fare. C’è stata anche una cornice di pubblico suggestiva, i napoletani ci sostengono sempre. Questa squadra ha saputo ricreare l’amore per la maglia e merita di giocare così una gara di simile importanza, facendolo con la maniera giusta. Se vengono fuori le nostre caratteristiche, si possono vivere serate così”.

L’ANALISI

—  

Il tecnico si è soffermato a lungo sull’atteggiamento della squadra, cinica e concentrata anche nei momenti in cui c’è stato il rischio di subire le fiammate dei bianconeri. “Siamo rimasti dentro la partita dopo il gol subito, grazie anche all’entusiasmo della gente. Abbiamo potuto gestire bene la reazione importante della Juventus, che ci stava creando qualche difficoltà. La preparazione della gara prevedeva le stesse cose di sempre, si è visto sul gol preso: se giochiamo con i duelli individuali, perdiamo quei contrasti e subiamo, perché non lo sappiamo fare. Noi dobbiamo giocare, qualsiasi sia il momento della sfida. È il nostro dna” ha osservato Spalletti. La situazione di gioco che meglio riassume le richieste dell’allenatore è la rete del momentaneo 4-1, con Mario Rui a pressare sulla linea di fondo avversaria nonostante il vantaggio: “Bisogna fare sempre la partita, perché ci riesce bene. Abbiamo dei difensori bravi a giocare in campo aperto, Kim e Rrahmani non hanno timore ad avere 30-40 metri di spazio alle spalle. Persa la palla, bisogna pressare subito. Sul quarto gol Osimhen ha fatto un grande movimento, Kvaratskhelia gli ha messo una palla deliziosa. Mi stupiscono le potenzialità di Victor, voglio vedere davvero dove può arrivare perché può diventare uno dei più forti. Nel contatto fisico regge botta, è forte, ha coraggio, si è spaccato la faccia qualche volta perché non ha mai paura. È un calciatore ancora con tanti margini di miglioramento”. Per quanto la serata sia stata magica e la classifica sia delle più incoraggianti, Spalletti mantiene la solita sobrietà per non farsi travolgere dall’euforia: “Festeggerò andando a cena con i miei figli che sono venuti da Milano, poi domani ci si allena”.

MVP

—  

La gioia è tangibile anche nelle dichiarazioni di Victor Osimhen, indiscusso uomo partita con una doppietta e una prestazione superlativa. “Faccio i complimenti alla squadra. Avevamo bisogno dei tre punti e dobbiamo continuare così. Sono certamente orgoglioso del contributo che ho dato. Siamo dotati tecnicamente, siamo stati bravi in questa battaglia. Scudetto? Abbiamo buone chance, ma non ci pensiamo ancora: ora la cosa più importante è vincere il maggior numero di partite, mettendo in pratica gli insegnamenti di Spalletti” ha spiegato il nigeriano. E quale momento migliore per dire le prime parole in italiano davanti alle telecamere: “È stata una notte fantastica. Forza Napoli Sempre”.

Precedente Allegri: "Quando fai certi errori... Sconfitta meritata. Avevamo meno energie" Successivo Napoli, Spalletti: "Il 5-1 alla Juve lo festeggio così..."

Lascia un commento