Spalletti, sassolini dalla scarpa Napoli: “Non dimentico, avevo i miei motivi”

Luciano Spalletti è tornato a parlare della sua esperienza a Napoli e non solo. Il ct azzurro, in occasione del World Meeting on Human Fraternity al Salone d’Onore del Coni, ha dichiarato: “C’era a Napoli la paura di non replicare quel successo? A Napoli avevamo tutto per dare seguito a quella cosa. Io decido perché ho i miei motivi. Io voglio bene a tutti, perdono tutti ma non dimentico niente“. Sul suo addio: “Non dico perché sono andato via, ma non per paura. Vincere quella cosa lì a Napoli è particolare. Dopo averla vinta mi sono accorto che la cosa più importante è stata il percorso e quello che siamo riusciti a restituire alla città. Non ricordo le coppe, ma i visi pieni di gioia della gente li saprei dipingere. Noi abbiamo vinto non per merito mio, ma per merito di una città che ha una passione tremenda“.

Spalletti, l’Italia e gli Europei

Successivamente Spalletti si è concentrato sulla Nazionale che in estate affronterà gli Europei: “Abbiamo bisogno di far vedere qualcosa di superiore rispetto a quello che abbiamo fatto vedere fino a questo momento che è comunque una buona base. Sono fiducioso, intanto viviamolo“. Il ct ha poi aggiunto: “I giorni di inizio giugno prima dell’inizio dell’ Europeo saranno fondamentali. Il nemico è la presunzione, allo stesso tempo ci vuole un po’ di autostima. Rimproveri ai giocatori? Molti dei calciatori che ho allenato sono stati miei figli, quindi può capitare di dare un consiglio. Quello che rimprovero ai ragazzi è quando non creano uno stile di vita sano nella professione che hanno scelto di fare dando felicità a tutti quelli che ci stanno intorno. Io tutte le cose me le sono andate a cercare. Come la Nazionale che l’ho sognata da sempre“. Infine, sugli azzurri coinvolti nel caso scommesse ha affermato: “Vogliamo metterli nelle condizioni di tornare. Li aspettiamo“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli-Bologna diretta: segui la partita di Serie A LIVE Successivo Bundesliga, pari per il Lipsia. Il Colonia vince e spera ancora

Lascia un commento