Spalletti, la Panda e lo striscione: che risposta ai tifosi del Napoli

Passa il tempo, ma alcune cose proprio non si dimenticano. Lo sa bene Luciano Spalletti che dopo 7 mesi di distanza dal furto della sua Fiat PandaNapoli è tornato sulla misteriosa scomparsa della sua utilitaria. A innescare la miccia nuovamente è stato uno striscione affisso nella notte tra l’11 e il 12 maggio fuori dallo stadio Diego Armando Maradona. A essere sotto accusa è il tecnico toscano e il suo lavoro, come si legge nella scritta: “Spalletti, la Panda te la restituiamo… bast’ ca te ne vaje! (basta che te ne vai, ndr)”. Oggi, è arrivata la risposta dello stesso Spalletti.

Maradona, la sua prima auto è vendita: è una Fiat 128 dell’82

“Senza Pino Daniele…”

La reazione dell’allenatore è arrivata nella conferenza stampa a 48 ore di distanza dalla gara casalinga contro il Genoa, la penultima di campionato, che sarà anche l’ultima in casa del capitano Lorenzo Insigne con la maglia azzurra.

Spalletti non ha risparmiato la sua solita dose di ironia volta a stemperare situazioni spinose: “La Panda bisogna vedere in che stato ce la ridanno – ha affermato Spalletti -. Senza Pino Daniele dentro non la riprendo. (…) Lo striscione? Ha la stessa valenza di un foglio A4, con una scritta bella, al contrario, che ho trovato invece oggi. Noi abbiamo fato il nostro striscione, come squadra, arrivando in Champions League”. Insomma, sarà un finale di stagione infuocato per Spalletti.

Spalletti: "La Panda? Bisognerebbe capire in che stato me la restituiscono.."

Guarda il video

Spalletti: “La Panda? Bisognerebbe capire in che stato me la restituiscono..”

Precedente Senza Champions sarà Brexit? Ronaldo è un affare per pochi. Ma se Ten Hag lo mette al centro... Successivo Diretta Ascoli Benevento/ Streaming video tv: gara secca! (1° turno playoff Serie B)

Lascia un commento