Spalletti e il rinforzo in mezzo: Thorsby nel mirino. Come vice, in ballo Pizarro

Cominciano a riempirsi le caselle dello staff del tecnico. Definite anche le date del ritiro, diviso in due parti: in Trentino a Dimaro e in Abruzzo, tra Castel di Sangro e Rivisondoli

Si comincia a delineare l’estate di Luciano Spalletti, la sua prima al Napoli. Per l’assetto definitivo della squadra si dovrà attendere la fine di questo mercato lungo, sfiancante e senza… soldi. Ma il tecnico toscano vorrebbe toccare meno possibile della squadra ereditata da Rino Gattuso, dunque intanto si concentra sul lavoro col suo nuovo gruppo, sperando che a centrocampo arrivi un rinforzo adeguato, con la fisicità richiesta, come Morten Thorsby.

Caccia al norvegese

—  

Il classe ‘96 della Sampdoria ha disputato una eccellente ultima stagione e nel Napoli andrebbe a sostituire, per caratteristiche, Bakayoko rientrato al Chelsea alla fine del prestito secco. Su Thorsby c’era stato l’iniziale interesse della Lazio ma ora è l’Atalanta il concorrente più insidiosa per il Napoli. Fra i 7 e gli 8 milioni potrebbe essere trovato l’accordo per la cessione del cartellino, il biondo scandinavo ha un contratto che lo lega fino al 2023 alla Samp.

Ritiro e staff

—  

Intanto cominciano a riempirsi le caselle dello staff. La più importante, quella relativa al preparatore fisico, riguarda un gradito ritorno. Si tratta di Francesco Sinatti, già preparatore del Napoli del triennio di Maurizio Sarri. Ed è stata la società a caldeggiarne la scelta, concordata col tecnico che avrà nel suo staff i fedeli: Dominichini, Baldini, Pane e Iaia. Per il ruolo di vice c’è in ballo il cileno David Pizarro, che in campo è stato il miglior interprete del gioco di Spalletti, prima con l’Udinese e poi con la Roma. Definite anche le date del ritiro, diviso in due parti, visto che il Presidente Aurelio De Laurentiis ha due diversi contratti con Val di Sole e Regione Abruzzo. Per cui dal 15 al 25 luglio la squadra sarà in ritiro a Dimaro, in Trentino, e poi dal 5 al 15 agosto fra Castel di Sangro e Rivisondoli. In una estate “bianca” e con meno vincoli sarà possibile rivedere i tifosi attorno alla squadra per ritrovare un po’ di normalità e soprattutto del sano entusiasmo.

Precedente Nesta racconta Gascoigne: "Gli spaccai tibia e perone. Pensavo volesse uccidermi..." Successivo "Il Psg beffa il Barcellona: Wijnaldum a un passo"

Lascia un commento