Spalletti avvisa il Legia: “I cambi non ci indeboliscono. E su Insigne e Ruiz assenti…”

In conferenza stampa, oltre all’allenatore del Napoli, ha parlato anche Zielinski: “Possiamo arrivare molto avanti in questa competizione”

Dal nostro inviato Maurizio Nicita @manici50

3 novembre – VARSAVIA

Luciano Spalletti alla prima domanda dei giornalisti polacchi mette subito in chiaro: “Non vedo perché la squadra dovrebbe essere indebolita? Abbiamo una rosa forte per dare riposo a chi ha giocato di più. Noi siamo qui per vincere. Sappiamo che in Europa è difficile ma vogliamo riuscirci. Perché dovremmo tenerci di meno? Sarebbe sbagliato un allenatore che infonde questo messaggio. I giocatori devono esprimere il meglio in un contesto reale. Meret gioca perché è forte come Ospina, non perché la partita sia meno importante”. Poi spiega il messaggio per i giocatori: “Non dovete preoccuparvi dei minuti non giocati ma pensare a cosa fate nei minuti in cui siete in campo. Con le 5 sostituzioni giocano tutti qui”.

Su Fabian e Insigne a riposo

—  

Spiega Spalletti sui giocatori rimasti a casa: “È un’addizione di varie cose, viene fuori da più valutazioni. Con i medici si monitorizza ogni cosa. Se il muscolo è affaticato e hai alternative perché rischiare”.

Sulle scelte in attacco

—  

“Mertens è un calciatore che riesce a coprire questa zona, anche se ha giocato sotto tono a Salerno. Con Zielinski in buona forma può farlo meglio. Ma anche con Petagna facciamo bene. Dobbiamo giocare di squadra per arrivare in entrambi i modi al gol”.

Il ritorno di Zielinski

—  

Piotr è profeta in Italia ma non in casa propria: “È la prima volta che vengo a giocare qui con una squadra che conta e sono qui per vincere – dice il fantasista del Napoli -. Il gol a Salerno è stato più importante per la squadra, più che per me. Ora sto bene, ho superato i problemi fisici e posso solo migliorare per la squadra. Difficile da capire il momento del Legia, sono da anni più forti. Spero che riusciranno a tornare ai loro livelli, ma solo dopo la nostra partita. Mi aspetto un atteggiamento più offensivo da parte loro. Ma noi sappiamo cosa dobbiamo fare. Sicuramente ambiente caldissimo, ma noi ci teniamo tanto all’Europa League. Abbiamo una rosa larga e forte per poter arrivare molto avanti”.

Precedente Sarri attacca il ministro francese: "Ha detto una cazz..." Successivo Milan-Porto 1-1: tabellino, statistiche e marcatori

Lascia un commento