Spagna-Svezia, Luis Enrique parte davanti nello scontro diretto. Ma i precedenti…

Ultima giornata: ci si gioca l’accesso ai Mondiali. Gli iberici hanno due risultati su tre, ma ultimamente sono stati messi in difficoltà dagli scandinavi

Domenica sera si saprà chi tra Spagna e Svezia andrà direttamente ai Mondiali in Qatar e chi dovrà passare dai playoff, con il rischio di assistere alla Coppa del Mondo da casa. Si giocherà a Siviglia, alle 20.45. E sono le Furie Rosse a partire con il vantaggio in classifica di un punto: una situazione tutt’altro che scontata, dal momento che gli uomini di Luis Enrique erano dietro prima che la Svezia perdesse incredibilmente sul campo della Georgia, ultima in classifica. Il successo spagnolo sul campo della Grecia, 1-0 con rigore trasformato da Pablo Sarabia, ha certificato il sorpasso: ora la Spagna ha due risultati su tre, mentre la Svezia deve rifare tutto e trovare i tre punti in trasferta. Altrimenti saranno playoff, come nel 2017 (l’Italia, purtroppo, lo sa bene).

Le ultime sfide

—  

La Svezia deve fare l’impresa contro la Spagna, ma il passato recente dice che non è impossibile. Partiamo dagli ultimi Europei, prima giornata della fase a gironi: le Furie Rosse non vanno oltre lo 0-0 contro la nazionale allenata da Janne Andersson, nonostante un possesso palla addirittura dell’86%. Peggio ancora, per la squadra di Luis Enrique, è andata la prima sfida contro gli svedesi nel girone di qualificazione ai Mondiali: sconfitta per 2-1 in trasferta il 2 settembre scorso, con le reti di Alexander Isak e Viktor Claesson a ribaltare il vantaggio iniziale di Carlos Soler. Da lì è nato il vantaggio in classifica della Svezia, prima dell’inaspettato ribaltone nel penultimo turno.

Tutti i precedenti

—  

Il bilancio complessivo, considerando anche le partite amichevoli, è in favore della Spagna: sei vittorie per le Furie Rosse, sei pareggi e quattro successi svedesi. L’ultima vittoria spagnola è datata 10 giugno 2019, nelle qualificazioni per Euro 2020: 3-0 in casa con reti, tutte nella ripresa, di Sergio Ramos, Alvaro Morata e Mikel Oyarzabal. Quello fu l’ultimo di tre successi consecutivi della Spagna contro la Svezia: da quel momento sono arrivati due pareggi e la sconfitta nel match d’andata. La Svezia ha vinto solamente una volta nella sua storia in terra spagnola: 3-1 nel ’88, in amichevole.

Precedente Belgio e Francia le new entry: sono già sei le qualificate a Qatar 2022 Successivo Il Mantova ritrova la vittoria. Pescara, continua il periodo no: pari col Teramo. Ok Siena

Lascia un commento