Spagna, Federcalcio nei guai: perquisizioni in atto, c’entra l’Arabia

C’è un vero e proprio terremoto in atto nel calcio spagnolo. Come riportato da As, sono in corso delle perquisizioni negli uffici della federcalcio a Las Rozas e in ben undici abitazioni. Le indagini verterebbero sul reato di riciclaggio e corruzione per un motivo ben preciso. 

Spagna, i motivi delle indagini

Al centro del provvedimento ci sono i controlli effettuati dagli inquirenti sul contratto sottoscritto nel 2019 dalla Rfef per portare la Supercoppa Spagnola in Arabia Saudita per sei anni, dal valore complessivo di 240 milioni di euro. A disporre le perquisizioni il tribunale di Majadahonda, che ipotizza i reati di riciclaggio e corruzione. In tal senso, sarebbero previsti anche sette arresti e l’iscrizione nel registro degli indagati di altre 5 persone. Il contratto fra la RFEF e l’Arabia Saudita fu firmato dall’allora presidente federale Luis Rubiales, poi dimessosi per il caso Hermoso, con l’intermediazione della Kosmos di Gerard Piqué. Stando a “La Sexta”, fra le abitazioni oggetto di perquisizione ci sarebbe anche quella dello stesso Rubiales. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Nazionale, Immobile ancora escluso: per i bookie è in dubbio la presenza a Euro 2024 Successivo Serie A, anticipi e posticipi dalla 31ª alla 33ª: orari e quando gioca la Juve

Lascia un commento