Spagna, De la Fuente: “Brahim vuole giocare con noi. Morata? È un esempio”

In Spagna, e soprattutto nel ritiro della nazionale in preparazione delle qualificazioni a Euro2024, tiene banco il caso di Brahim Diaz. Il calciatore del Real Madrid, tornato in estate ai blancos dopo l’esperienza con il Milan, sembrerebbe abbia deciso di rappresentare il Marocco e non la Spagna. Una notizia arrivata nelle ultime ore che però non pare essere giunta alle orecchie del ct della roja Luis de la Fuente. “Brahim è un giocatore arruolabile da noi nella maniera più assoluta – ha commentato il tecnico nella conferenza stampa prima della gara contro la Scozia -. É un buon giocatore e ha tutte le porte aperte, a me nessuno ha detto niente di questo caso. Per quanto ne so io Brahim vuole giocare con noi”.

De la Fuente, il caso Yamal e gli elogi a Morata

Una situazione simile a quella che sta avvenendo con Lamine Yamal, il giovanissimo talento del Barcellona che sta battendo ogni record di precocità conteso dalla nazionale spagnola e da quella marocchina. “Voglio parlare con lui, vederlo e far sì che passi qualche ora con i suoi compagni – ha dichiarato in proposito de la Fuente -. Vogliamo averlo con noi di nuovo al più presto“. L’ex allenatore dell’Athletic Bilbao ha poi parlato del suo capitano, quell’Alvaro Morata che sta avendo un ottimo inizio di stagione all’Atletico Madrid. “Quando sono arrivato ho detto in varie occasioni che i capitani si fanno sentire tramite l’attitudine e non a gesti o con la voce – ha commentato de la Fuente sull’attaccante ex Juve -. Morata, come gli altri capitani, è un esempio sotto molti aspetti per tutti e ha uno status dentro il gruppo molto alto. Il suo rendimento è massimo e trasmette grande fiducia ai compagni“. 

Precedente Ancelotti: "Il calcio non è mai stato un lavoro" Successivo La denuncia di Marcelino: “Gli ultras impediscono al Marsiglia di essere un grande club”