Spagna a valanga, Georgia spazzata via: 7-1! Tris Morata, Yamal in gol a 16 anni

Tripletta per il capitano sotto la pioggia. Record Yamal: esordisce a 16 anni e segna anche

Francesco Calvi

8 settembre – MILANO

Spagna e Marocco se lo sono conteso a lungo. Alla fine Lamine Yamal ha optato per La Roja, diventandone l’esordiente e il marcatore più giovane della storia. Ad appena 16 anni e 53 giorni, l’esterno del Barcellona gioca e segna con la nazionale di Luis de la Fuente: il settimo gol nella vittoria (7-1) in Georgia porta la firma del baby fenomeno, che s’accende nei minuti finali, dopo la tripletta di capitan Morata. 

super alvaro

—  

In casa di Kvaratskhelia e compagni, il talento catalano macina record, però la Spagna continua ad aggrapparsi alle giocate di Morata. Già autore di tre gol nelle prime tre partite della Liga, l’ex juventino fa da collante tra centrocampo e attacco, abbassandosi spesso sulla trequarti e mandando in porta Asensio, Ruiz e Olmo. La Georgia si ritrova schiacciata nella propria metà campo già dopo pochi minuti, ma al 22’ prende gol e non riesce più a rialzarsi. Prima dell’intervallo succede di tutto: Alvaro fa 1-0 di testa, Kverkvelia “raddoppia”, deviando nella sua porta un cross di Fabian Ruiz. Al 38’ Dani Olmo sigla il tris e s’infortuna, poi i georgiani perdono un pallone sulla trequarti e Alvaro segna ancora. Alla gioia per la goleada, però, si accompagnano le perplessità in vista del match di martedì contro Cipro: Olmo e Asensio chiedono il cambio al 43’, lasciando spazio ai giovani(ssimi) Nico Williams e Yamal.

kvara non basta

—  

All’inizio della ripresa, la pioggia diventa insistente e Unai Simon, alla prima vera occasione per i georgiani, si lascia sfuggire il pallone dopo un tiro di Chakvetadze. I padroni di casa tentano di cavalcare l’onda dell’entusiasmo, mentre la Spagna abbassa il ritmo e gestisce il vantaggio. Kvaratskhelia si fa vedere con un paio di guizzi sulla fascia, anche se in realtà la Spagna non soffre e nel finale si scatena con i subentrati. Al 65’ Morata raggiunge un filtrante di Mikel Merino e timbra la tripletta personale, superando la media di un gol ogni due partite con la maglia della nazionale (65 presenze, 33 centri). Nel finale, con i georgiani stanchi e il campo pesante, Nico Williams può sfruttare la sua rapidità e si diverte con gol e assist. Al 68’ parte da sinistra, si accentra e sigla il 6-1. Cinque minuti dopo si ripete, arriva sul fondo e crossa a rimorchio: il suo passaggio è preda facile di Yamal, che calcia indisturbato e si regala un debutto da sogno.

Precedente Yildiz subito a segno: glaciale dal dischetto con la Turchia Under 21 Successivo Nasce la figlia di Garcia e della compagna Francesca: gli auguri di De Laurentiis