Southgate: “Mondiale ogni due anni? Non ha senso”. Dubbi anche dagli sponsor

Il c.t. inglese: “Non credo che sarebbe giusto concedere una sola finestra all’anno alle nazionali”. Il Ceo di Adidas: “Ci sono già tante manifestazioni”

Si sollevano sempre più voci contrarie all’idea del Mondiale di calcio ogni due anni, invece dei consueti quattro, proposta lanciata dall’ex tecnico dell’Arsenal Arsene Wenger, nominato dalla Fifa responsabile dello sviluppo mondiale del calcio. Proposta su cui hanno già espresso parere negativo sia la Uefa che la Conmebol.

SPONSOR CONTRARIO

—  

Kasper Rorsted, Ceo di quell’Adidas che è uno dei maggiori sponsor della Fifa, esprime i suoi dubbi: “Ci sono già manifestazioni importanti come gli Europei e la Coppa America. Io sono prima di tutto un appassionato, ma continuare a intasare i calendari non è una buona strategia per promuovere il calcio”.

I DUBBI DI SOUTHGATE

—  

Il c.t. inglese Gareth Southgate in un primo incontro con Wenger circa due mesi fa, si era detto possibilista riguardo al mondiale ogni due anni, ma il Mirror riporta come il suo parere sia mutato. “Sono contrario soprattutto all’idea di concedere alle nazionali una sola finestra, per quanto ampia, intorno al mese di ottobre. Che succede se un giocatore si fa male proprio in quel momento, per due anni non gioca con la nazionale? E parlando con la mia federazione ho l’impressione che ci sia ancora poca chiarezza su come rimodulare il calendario”.

Precedente Così Pogba ha fatto vincere la Francia in finale: il video del discorso negli spogliatoi Successivo LIVE Italia-Svezia U21 0-0: Vignato pericoloso in attacco

Lascia un commento