Sorpresa Juve, Djaló può giocare quasi subito!

Sorpresa, Tiago Djalò è pronto! O quasi. Il difensore portoghese, proveniente dal Lille, che nei giorni scorsi ha effettuato le visite mediche e firmato il suo contratto con la Juventus, oggi si è allenato con i compagni. E la sorpresa sta nel fatto che ha praticamente svolto buona parte dell’allenamento con il gruppo. Insomma la sua condizione atletica è molto più avanti di quanto facesse pensare la sua assenza dal campo di nove mesi.

Djalò si è infortunato al legamento del ginocchio nel marzo dello scorso anno e da allora, dopo l’operazione e la lunga riabilitazione, non è più tornato in campo. Un periodo piuttosto lungo anche per un infortunio grave come quello che gli era capitato. La Juventus, tuttavia, non aveva avuto dubbi nel chiudere l’operazione con il Lille, anche perché c’erano state altre visite per rassicurare sull’effettiva guarigione. Sui tempi per rivederlo in campo, invece, non vi erano certezze.

Djalò gia pronto a febbraio? Allegri e lo staff monitorano

In modo prudente si ipotizzava la fine della stagione, in tempo per completare il suo ambientamento in vista della prossima annata. Ma a questo punto non è da escludere che Djalò sia pronto già nel corso del mese di febbraio, dopo un periodo per calarsi tatticamente nella nuova realtà e completare il lavoro della cosiddetta “riatletizzazione”, quella che segue alla guarigione clinica e che serve a portare il tono muscolare e la forma del giocatore al ritmo partita, cioè un gradino sopra il “tutto ok” dei medici. Quindi Allegri si troverà un centrale difensivo in più. Il reparto è già abbondante, ma è anche vero che in una situazione di particolare emergenza può sempre giocarsi carta di Danilo a centrocampo…

Djaló: “Juve, il ginocchio sta bene”

Djaló e il primo allenamento con la Juve: McKennie lo accoglie così

Guarda la gallery

Djaló e il primo allenamento con la Juve: McKennie lo accoglie così

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Marocco, niente biscotto. Fa festa la Costa d'Avorio (senza tecnico). Tunisia, che flop Successivo Emily Ratajkowski, che maglia dell'Inter indossi?