Sofia Goggia in trionfo a Cortina. Discesa show. Ipotecata la Coppa del mondo. Poi la valanga rosa si sposta a Plan de Corones

Sofia Goggia in trionfo a Cortina. Discesa perfetta sulla magica pista delle Tofane e leadership confermata della specialità di Coppa del mondo. Bilancio d’oro: quattro primi posti e un secondo. Scacciati i fantasmi della caduta di St.Anton. È la 21esima vittoria della carriera in Coppa del mondo. Continua la supremazia azzurra in questa stagione visto che ai quattro successi della bergamasca si aggiunge uno di Elena Curtoni.

Sofia regina delle nevi

Sofia Goggia ha fatto la differenza nella parte centrale della discesa in particolare dal Scarpadon all’arrivo. A mettere un po’ di paura alla bergamasca è stata la slovena zolla Stuhec, seconda al traguardo a 13 centesimi dalla azzurra. Sul podio anche la tedesca Kira Weidle che ha accusato un ritardo di 36 centesimi dalla vetta. L’americana Mikaela Shiffrin si è piazzata quarta a 50 centesimi da Sofia ma è stata avanti per tre intermedi. Quinta la svizzera Lara Gut-Behrami (+ 0.53) che ha preceduto l’austriaca Tamara Tippler (+0.63) e la francese Lauren Gauche (+0.70). Ottava posizione per l’azzurra Elena Curtoni. Quasi a ridosso delle prime dieci ha concluso Laura Pirovano (12ma, +1.01); più indietro le altre azzurre Federica Brignone e Nicol Delago che hanno chiuso con lo stesso ritardo (+1.12).

La classifica di specialità

Con il trionfo di Cortina Sofia Goggia si è portata a quota 480 punti. Al secondo posto c’è Stuhec (2.72), mentre al terzo posto ci sono, a pari merito, Elena Curtoni e Corinne Suter (218), con la svizzera rimasta vittima di una brutta caduta per fortuna senza conseguenze. Praticamente la Goggia ha ipotecato la vittoria finale.

La soddisfazione della regina

Sofia Goggia dopo aver sbancato nuovamente L’Olympia delle Tofane: ”Non sono stata impeccabile, poi è arrivata un po’ di luce in pista. Non c’erano fantasmi da scacciare, la differenza la fa sempre lo stato emotivo e oggi ero tranquilla”.

Nella “sua” Cortina, Sofia ha centrato un tris col brivido soffrendo fino all’ultimo anche perché le condizioni della pista cambiavano col passare dei minuti. Sabato 21 ancora un’altra discesa e domenica 22 un SuperG. Poi la valanga rosa sarà martedì e mercoledì a Plan De Corones per il gigante.

Precedente Sassuolo, D'Andrea: "Berardi è una persona fantastica. Spero di restare l'anno prossimo" Successivo Mercato Roma, l’esterno sta firmando: i dettagli dell’affare

Lascia un commento