Skriniar e il dejà-vu del 2020 con Conte: prima sacrificabile, poi l’exploit

La retromarcia dell’Inter sullo slovacco ricorda l’estate di due anni fa, quando il club stava valutando di separarsi da Milan dopo un impatto difficile con la difesa a tre. Poi, però, il ritorno ai massimi livelli in grande stile

Milan Skriniar in vetrina, poi nascosto. La repentina retromarcia dell’Inter sulla cessione dello slovacco ha fatto cambiare direzione alla sessione di calciomercato dei nerazzurri, anche alla luce del recente immobilismo sul tavolo delle trattative con il Paris Saint-Germain. La cessione non è più così certa e il difensore torna a tutti gli effetti una pedina su cui costruire la squadra di Simone Inzaghi. Con le dovute differenze, non è la prima volta che accade.

Precedente Luciano Nizzola è morto a 89 anni, fu presidente di Federcalcio e Lega Successivo Diretta/ Monza Piacenza (risultato finale 4-1): Ranocchia gol, Sensi debutto e assist

Lascia un commento