Servono tre rinforzi. Ecco tutti i nomi sulla lista di Mourinho

Si cerca di accontentare il tecnico e rinforzare la rosa. Tre le posizioni da irrobustire: centrale ed esterno di destra in difesa, poi un centrocampista centrale

Due rette parallele: da una parte Tiago Pinto deve accontentare Mourinho e rinforzare la rosa della Roma, dall’altra deve sistemare di nuovo il bilancio. Il club giallorosso, infatti, ha necessità di non appesantire con nuovi innesti il monte ingaggi ma, al tempo stesso, ha la necessità di regalare al tecnico alternative che siano credibili. I ruoli in cui la Roma cerca giocatori sono: terzino destro, perché Mou considera il solo Karsdorp e non l’americano Reynolds (che potrebbe andare in prestito a giocare), centrocampista e difensore centrale, se Smalling dovesse continuare a non dare garanzie e Kumbulla magari andare in prestito.

I nomi

—  

A destra, per il rapporto qualità – prezzo, piace Bereszyński della Sampdoria. Ventinove anni, contratto in scadenza nel 2023, potrebbe arrivare in prestito con diritto di riscatto. E darebbe quell’esperienza che Mourinho chiede. Le alternative sono Henrichs del Lipsia (in scadenza, piace anche per la sua duttilità), Pedersen del Feyenoord e Siquet dello Standard Liegi. A centrocampo, invece, piacciono Loftus–Cheek del Chelsea e Winks del Tottenham, oltre a Douglas Luiz dell’Aston Villa. Un nome, questo, forse più buono per giugno che per gennaio. Capitolo attacco: per Mou la Roma sta bene così, ma se Mayoral dovesse andar via (piace alla Fiorentina) non è detto che il club torni sul mercato. Felix ha rinunciato alla convocazione in nazionale per restare a Trigoria a lavorare, la terza punta forse potrebbe essere lui.

In uscita

—  

Pinto, in ogni caso, si muove – e tanto – anche sulle uscite. A Fazio e Santon restano sei mesi di contratto, che la Roma vorrebbe risparmiare (l’argentino potrebbe andare in Spagna o alla Samp), poi ci sono i calciatori in rosa che però non rientrano più nel progetto. Diawara è quello più difficile da vendere, anche perché rifiuta qualsiasi destinazione, Villar ha mercato in Italia e Spagna, per Kumbulla qualcosa si muove e anche Carles Perez ha qualche richiesta dalla Spagna. Ma di lui, Mourinho, non vorrebbe fare a meno.

Precedente Bianchi: "Napoli maturo per lo scudetto" Successivo Italia-Svizzera, emergenza attacco: chi deve giocare? FIFA dice che…

Lascia un commento