Serie C, Teramo: sotto sequestro le quote della società

TERAMO –  Si aprono scenari inaspettati nel Teramo calcio, dopo l’inchiesta delle Fiamme Gialle, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma. I capi di imputazione a carico di Mario e di Davide Ciaccia (si tratterebbe di indebite compensazioni, riciclaggio, autoriciclaggio e di intestazioni fittizie) che hanno portato al sequestro delle quote societarie del Teramo Calcio Srl, non bloccheranno le operatività della gestione amministrativa biancorossa: a farlo quasi certamente sarà un custode giudiziario che, come prassi in situazioni di questo tipo, si limiterebbe solamente al governo ordinario. Nessun problema per il pagamento degli stipendi e di quant’altro riguardante l’attività del club.  Visto il clima quindi, è pressochè scontato che nessuno, tifosi compresi, dovrà aspettarsi movimenti di mercato, nonostante l’altra sera, in una riunione tecnica in un hotel cittadino tra la nuova proprietà e Federico Guidi, al mister sia stata offerta la conferma sulla panchina biancorossa anche per la prossima stagione e, con lui, era stata stilata una lista di rinforzi dell’attuale organico.

Precedente Sassuolo, ancora a parte Boga, Djuricic e Goldaniga Successivo Il Sudamerica segue l'Europa: abolita la regola dei gol in trasferta

Lascia un commento