Serie C, Mantova-Pordenone 2-1: decidono De Francesco e Gerbaudo

MANTOVA – Una rete per tempo e il Mantova batte il Pordenone 2-1: momentaneo pari dei ramarri di Pinato, che aveva replicato al vantaggio di De Francesco. Nella ripresa decide Gerbaudo. I virgiliani salgono a quota 8 punti, agganciando Trento e Pro Sesto in quartultima posizione. Restano 14 i punti del Pordenone, a -1 dalla coppia di testa Sangiuliano e Renate e a pari merito con Novara, Lecco e Padova. 

La partita

Prima occasione per il Pordenone: all’8′, dopo un’azione insistita, ci prova Dubickas, ma il portiere locale Chiorra neutralizza la conclusione. La replica del Mantova arriva al 25′ quando i virgiliani partono in contropiede, Pierobon lancia Mensah ma è provvidenziale l’intervento del portiere Festa. Due minuti dopo è il Pordenone a sfiorare il vantaggio: Ajeti (entrato nei primi minuti al posto di Pirrello, infortunato) ci prova da lontanissimo, ma la sua conclusione impatta sul palo. Al 31′ Mantova in vantaggio: a insaccare la palla ci pensa De Francesco, direttamente da calcio di punizione. Il Pordenone replica pareggiando al 44′: grande discesa di Pinato che si presenta a tu per tu con Chiorra e lo batte, 1-1. Nel finale, il Mantova va vicino al secondo gol con Iotti, di tacco su una punizone calciata da Guccione. Nella ripresa, all’8′, raddoppia il Mantova con Gerbaudo che batte Festa con un avvitamento in bella coordinazione, 2-1. Il Mantova cerca anche il tris al quarto d’ora con Guccione, il Pordenone va a caccia del pari al 20′ con Candellone. La gara resta viva: Mantova pericoloso al 29′ ma Festa esce e sventa su Mensah, poi il Pordenone sfiora il pareggio con Zammarini, fermato dal portiere Chiorra. Ultimo squillo dei padroni di casa con Paudice che a tu per tu con Festa calcia alto e sciupa il 3-1 


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Milan, Hernandez premiato per il coast to coast: "Voglio farne altri così" Successivo Tognazzi: "Spalletti e Totti? Ecco come è andata in Speravo de morì prima..."