Serie B, tre pali frenano il Vicenza: il Brescia passa 3-2 al Menti

VICENZA – Il Brescia approfitta del passo falso del Lecce e conquista la vetta della classifica. Nel posticipo della tredicesima giornata, gli uomini di Inzaghi vincono 3-2 in casa del Vicenza, con i biancorossi che pagano un prezzo altissimo alla sfortuna: tre legni ed un rigore sbagliato per i ragazzi di Brocchi, fermi ancora al penultimo posto con 4 punti.

La partita

Il Vicenza sblocca la partita al 18’, con Proia che di destro sfrutta come meglio non avrebbe potuto il cross dalla sinistra di Dalmonte. Ma la gioia dei biancorossi dura solo 3’, perché gli ospiti trovano immediatamente il pari con Palacio che non deve far altro che spingere in rete il perfetto assist di Bajic. Lo stesso Bajic alla mezz’ora ci prova di testa, trovando però l’ottima risposta di Grandi in angolo. Il portiere del Vicenza si ripete al 37’ su Bisoli, ma non può nulla al 40’ quando Bertagnoli si presenta tutto solo davanti a lui. L’azione del raddoppio bresciano era nata da una palla persa di Proia sulla trequarti, grazie alla quale Bajic aveva trovato il passaggio filtrante per il compagno, liberandolo a tu per tu con il portiere avversario. In avvio di ripresa i padroni di casa spingono sull’acceleratore, ma la sfortuna impedisce a Dalmonte di trovare il pareggio al 5’, visto che la conclusione di testa dell’esterno biancorosso va ad infrangersi sul palo. Due minuti più tardi Diaw sorprende alle spalle la retroguardia di Inzaghi, ma tutto solo davanti a Joronen non riesce a superare il portiere avversario. Al 20’ altro legno colpito dal Vicenza, con il subentrato Giacomelli che vede il suo tiro in mischia sbattere contro la traversa. Al 27’ i biancorossi fanno tris: anche la conclusione di Ranocchia sbatte contro il montante della porta bresciana, che appare quasi stregata. Al 29’ Diaw ha la grande opportunità di andare dal dischetto per rimettere il risultato in parità per il fallo subìto da lui stesso da Chancellor, ma la conclusione del vicentino finisce a lato. Al 36’ il Brescia torna in attacco e Bertagnoli si dimostra più preciso dell’intero Vicenza, liberandosi per la conclusione dopo l’assist di Bisoli e siglando il 3-1 delle rondinelle. Al 39’ Giacomelli trova la rete della speranza per il Vicenza, con la sua punizione che sorprende Joronen (tradito da un rimbalzo del pallone) e dà un po’ di speranza ai biancorossi. Che però, nei minuti finali, non riescono a trovare il gol del pareggio.

Precedente Kostic-Inter, Eintracht duro: "A gennaio non si muove", ma Marotta ha un piano Successivo Serie C, il Palermo continua l'inseguimento al Bari: 3-0 alla Paganese

Lascia un commento