Serie B, tra Benevento e Perugia vincono le difese: 0-0

BENEVENTO – Al “Vigorito” termina 0-0 il posticipo della 7ª giornata di Serie B tra Benevento e Perugia: un punto a testa che tiene Caserta (11 punti) a +1 sulla squadra di Alvini.

CLASSIFICA SERIE B

Primo tempo a reti bianche

Ritmi subito alti in avvio e già al 4′ c’è una super occasione per il Benevento: l’iniziativa personale di Elia porta Lapadula a calciare in porta, ma il diagonale dell’attaccante esce davvero per una questione di centimetri. Il Perugia prova a scavalcare la difesa giallorossa con i lanci lunghi per gli inserimenti di Kouan, ma senza riuscire a far male. La prima vera chance degli umbri arriva al 26′ con la disattenzione di Foulon che si perde Matos, mandando l’ex Empoli a tu per tu per tu con Paleari: decisivo l’intervento di Vogliacco che salva tutto. Da qui il Perugia si fa preferire e tra il 31′ e il 38′ ci riprova due volte con Lisi: un tiro fuori e una rovesciata che non impensierisce Paleari. Al 39′ è di nuovo Benevento: lampo di Insigne, ma Chichizola risponde presente con una gran parata. L’ultimo brivido di un primo tempo che si chiude 0-0 lo “regala” un pericoloso retropassaggio di Foulon, con a pronta uscita di Paleari che evita problemi ai giallorossi.

Kouan sbatte sul palo, Paleari miracoloso

Nella ripresa subito due cambi: Masciangelo per Foulon da una parte, Curado per Rosi dall’altra. E la prima chance se la costruiscono i padroni di casa al 49, con il colpo di testa di Lapadula su cross di Calò che termina fuori di pochissimo. Al 51′ arriva il gol firmato Insigne, ma si alza la bandierina dell’assistente: resta tutto com’è. A conferma del miglior momento dei giallorossi c’è la rabbia di Alvini, infuriato a bordo campo per il baricentro troppo basso della sua squadra, tanto che al 66′ il neo entrato Moncini sciupa il possibile vantaggio calciando alle stelle in area piccola dopo il cross di Masciangelo. Tra il 71′ e il 73′ si rivede il Perugia. Prima con Matos che spreca un ghiotto contropiede sbagliando il suggerimento per Falzerano, poi con lo sfortunato palo centrato dal missile di Kouan dalla distanza. Si arriva così all’85, quando Paleari salva il Benevento con un vero miraolo sul missile di Matos, con l’attaccante del Perugia che sciupa ancora al 90′ con un colpo di testa in anticipo su Masciangelo che sfiora il palo.

Precedente Palermo, trasferta da brividi a Castellammare di Stabia Successivo Buffon, pranzo in famiglia al locale che ha vinto "4 ristoranti"

Lascia un commento