Serie B, l’Empoli frena nel testacoda e il Monza si avvicina

Serie B, la classifica

La capolista rallenta

Solo un pari per l’Empoli nel testacoda con il Pescara ultimo della classe. I toscani provano a spingere già nel primo tempo, con gli abruzzesi che però rischiano solo una volta su un destro a fil di palo del 19enne Samuele Ricci. Il Pescara arriva indenne e a inizio ripresa passa a sorpresa: Busellato parte in ripartenza e dopo il ‘coast to coast’ la piazza all’angolino (49′). Lo svantaggio scuote l’Empoli che risponde al 62′, ancora con il gioiellino Ricci che con un destro dal limite la piazza all’angolino. E dopo l’aggancio arriva il sorpasso al 72′: cross di e girata vincente con la testa di La Mantia, che festeggia così il suo ottavo centro in campionato. La capolista sembra pronta a scappare ma il Pescara non si arrende e torna a galla su rigore, concesso per un tocco di mano di Pirrello: Brignoli respinge il tiro dal dischetto di Machin che però insacca in ribattuta e fa 2-2. 

Empoli-Pescara 2-2: tabellino e statistiche

Balo dà la scossa al Monza

Colpo esterno per il Monza, che passa a Vicenza (1-2) e si porta a -4 dalla vetta. Dopo un primo tempo equilibrato e chiuso sullo 0-0, nella ripresa scocca l’ora di Balotelli: è il 63′ quando Brocchi cala il suo asso (fuori Gytkjaer) e dopo pochi minuti Super Mario scalda i guanti di Grandi su punizione, mentre al 77′ ci prova invece il Vicenza con l’altro ‘big’ Meggiorini che però calcia a lato a pochi metri dalla porta. A sbloccare la gara ci pensa così Dany Mota: gol di testa su cross di D’Alessandro (82′) che tre minuti si invola su un lancio e va da solo a siglare il raddoppio (85′). La gara sembra chiusa ma non è dello stesso avviso Lanzafame, ex juventino che si fa largo in area e riapre i giochi in mischia (86′). Troppo tardi per rovinare la festa ai brianzoli.

Vicenza-Monza 1-2: tabellino e statistiche

Cuore Cosenza, Cittadella ripreso nel finale

Occasione persa per il Cittadella, che vede allungarsi a cinque gare il digiuno da vittoria. Il terzo e beffardo pari di fila arriva in casa contro il Cosenza: subito avanti al 4′ con il quarto gol in campionato di Proia, servito nell’occasione da Donnarumma, i veneti si fanno riprendere al 91′ da Corsi bravo a capitalizzare uno splendido assist di Sciaudone (91′). Solo un punto per la squadra di Foscarini, ora quarta e sempre a -1 dalla Salernitana.

Cittadella-Cosenza 1-1: tabellino e statistiche

Salernitana, punto in rimonta

Solo un pari per la Salernitana, che rischia grosso sul campo del Pisa dove acciuffa il pari solo nel recupero. Al 53′ avanti i toscani con Mazzitelli, che segna di testa su corner calciato dall’austriaco Gucher, e poi di nuovo a segno al 73′ con la girata di destro del bomber Marconi su cross. Sotto di due reti i campani reagiscono e prima riaprono i giochi con Tutino, bravo ad approfittare di un’indecisione della difesa di casa (76′) e poi trovano il clamoroso pari al 93′ con Casasola.

Pisa-Salernitana 2-2: tabellino e statistiche

Emozioni e gol a Lecce

Pirotecnico pareggio (2-2) tra Lecce e Brescia, sfida amarcord per il tecnico dei salentini Eugenio Corini che si ritrova di fronte le ‘sue’ Rondinelle. E proprio una sua mossa sblocca la gara dopo lo 0-0 del primo tempo: fuori Stepinski e dentro il 19enne Pablo Rodriguez Delgado, ex ‘canterano’ del Real Madrid che appena entrato (46′) supera Joronen con un bel pallonetto dopo il passaggio di Coda. I lombardi accusano il colpo e i giallorossi ne approfittano al 58′: cross dello scozzese Henderson e colpo di testa dello svedese Bjorkengren. Sembrerebbero chiusi i giochi ma il Brescia non molla e prima la riapre con Bisoli (75′), poi trova l’insperato pari al 94′ con un colpo di testa di Aye, al suo quinto gol in campionato.

Lecce-Brescia 2-2: tabellino e statistiche

Colpo del Pordenone, Spal ko

Dopo 6 risultati utili di fila la Spal cede in casa col Pordenone, che riscatta invece il ko con Vicenza. Avanti gli ospiti di Tesser con il primo gol in serie B di Butic (32′) su assist di Camporese, risposta della squadra di Marino con il ‘sempreverde’ Paloschi (41′) ispirato da Dickmann. Parità al riposo ma l’equilibrio dura solo pochi minuti nella ripresa, perché al 56′ i friulani trovano di nuovo il vantaggio: cross dalla fascia destra di Berra e colpo di testa vincente a centro area di Ciurria, lasciato colpevolmente libero di colpire dai difensori estensi. La Spal prova a reagire per riprenderla di nuovo ma è invece il Pordenone a calare il tris nel recupero con Zammarini (91′).

Spal-Pordenone 1-3: tabellino e statistiche

Tris servito dal Venezia

Quarto risultato utile consecutivo e secondo successo di fila per il Venezia, vittorioso in casa sulla Cremonese (3-1). Lagunari avanti su autogol al 33′, quando Di Mariano schiaccia di testa su cross di Mazzocchi  e Carnesecchi respinge d’istinto, trovando però Bianchetti e la sfortunata carambola che spedisce la palla in rete. Il colpo del ko arriva poi nella ripresa quando Forte, su cross di Maleh, stoppa e poi calcia al volo di sinistro siglando il 2-0. Al 91′ la squadra di Bisoli prova comunque a riaprirla con un rigore conquistato e trasformato da Ciofani (91′), ma si sbilancia e incassa anche il terzo gol da Johnsen (93′).

Venezia-Cremonese 3-1: tabellino e statistiche

Precedente Bonucci-Conte, scintille durante Juve-Inter: "Rispetta l'arbitro" Successivo Diretta/ Juventus Inter (risultato 0-0) streaming Rai: lampo di Ronaldo

Lascia un commento