Serie B, Lecce-Cosenza 3-1: Corini rimonta con due rigori

LECCE – Il Lecce torna finalmente a vincere al “Via del Mare” e supera 3-1 in rimonta il Cosenza per un successo fondamentale in chiave play off: i giallorossi salgono al settimo posto, a 38 punti, lasciando a quota 23 la squadra di Occhiuzzi.

Fuori Mancosu, c’è Majer

Schemi speculari al Via del Mare, dove il Lecce deve tornare a vincere per proseguire la corsa alla Serie A, contro un avversario però in gran forma e reduce da sei risultati utili di fila: nel 4-3-1-2 di Corini spazio a Coda e al giovane Rodriguez in attacco, con Mancosu in panchina e Majer trequartista. Stesso modulo per Occhiuzzi che si affida sempre all’ex Legittimo in difesa, con Gliozzi e Trotta in avanti supportati da Tremolada.

Vantaggio Gliozzi, pareggia Coda dal dischetto

Parte subito forte il Lecce che sfiora il vantaggio al 1′: Hjulmand ci prova con una botta dalla distanza, ma la palla tocca la parte alta della traversa e si spegne sul fondo. Passano 2′ ed è Bjorkengren pescato sul secondo palo, ma il colpo di testa dello svedese è debole e facile preda di Falcone. All’8′ è però il Cosenza a gioire: è Gliozzi con un colpo di testa su cross di Petrucci ad anticipare Meccariello e freddare Gabriel per lo 0-1. Passano meno di 3′ e il Lecce pareggia grazie al rigore trasformato da Coda e concesso per fallo di Legittimo, ammonito, su Rodriguez: è 1-1. I padroni di casa reclamano al 35′ per un altro episodio in area di rigore ospite, con un cross respinto da Gallo sulla mano di Idda: Giua lascia correre. Al 43′ Meccariello respinge di testa la punizione di Tremolada, con Petrucci che ci prova di prima intenzione da fuori: palla a lato. È l’ultima azione di un primo tempo che si chiude sull’1-1.

Rigore di Mancosu, la chiude Meccariello 

La ripresa si apre con il tentativo aereo di Petrucci, bloccato centralmente da Gabriel. Al 53′ rispondono i giallorossi con la botta dalla distanza di Majer, potente, ma che trova la pronta risposta di Falcone. 5′ più tardi grande occasione per Coda illuminato da un bel tacco di Rodriguez, ma Ingrosso salva tutto e mette in corner. I giallorossi continuano a premere e ci provano in rapida sequenza con Coda e Rodriguez, senza fortuna. Al 77′, però, arriva il secondo rigore della serata: se lo guadagna (e lo realizza) il neo entrato Mancosu, è 2-1 Lecce. Il Cosenza accusa il gol subito e all’86’ arriva il colpo di grazia che chiude la gara: ancora Mancosu protagonista, con il suo cross sul secondo palo che trova la sponda in acrobazia di Maggio al centro, dove Meccariello insacca il gol che fissa il risultato sul 3-1 finale.

Precedente Serie C, è sempre Ternana: 2-0 al Foggia. Pari Bari a Catania Successivo Benevento-Roma 0-0: Glik espulso, Inzaghi ferma Fonseca

Lascia un commento