Serie A: Roma e Milan non vanno oltre lo 0-0 e si studiano per la Finale

ROMA –Roma e Milan impattano 0-0 la sfida di campionato del Tre Fontane e si danno appuntamento al 30 maggio per la Finale di Coppa Italia. Il big match della 19a giornata tra le formazioni che la scorsa settimana hanno conquistato il pass per giocarsi l’ultimo trofeo della stagione in corso, si conclude a reti inviolate, ma nei 90’ le occasioni non mancano né da una parte né dall’altra. Il primo squillo arriva al 13’ con la ex di giornata Giugliano: la centrocampista carica un gran destro da fuori e Korenciova devia in corner. Le padrone di casa aumentano il pressing e al 15’, sugli sviluppi del terzo calcio d’angolo, Linari di prima intenzione sfiora il vantaggio, ma il portiere rossonero è ben piazzato e blocca in presa sicura. Sul capovolgimento di fronte si presenta anche la prima chance per le lombarde con Hasegawa, ma la conclusione della giapponese a distanza ravvicinata termina alta sopra la traversa. Alla mezzora ci prova anche Boquete, fresca di doppietta nel derby di Coppa Italia con l’Inter dello scorso weekend; la centrocampista spagnola calcia dall’interno dell’area avversaria a botta sicura ma Ceasar sfiora e riesce ad evitare il gol alzando il pallone sulla traversa. Anche nella ripresa le occasioni non mancano: per le padrone di casa ancora pericolosa Lazaro con un pallonetto, mentre le undici di Ganz ci provano prima con Giacinti ben fronteggiata da Linari, e poi con Tucceri, che sfiora il vantaggio con un velenoso tiro-cross (provvidenziale ancora Ceasar). Nessuna delle due squadre, nonostante le energie spese, rinuncia ad attaccare, ma al triplice fischio il punteggio rimane invariato. Le capitoline restano quarte a +8 sull’Empoli (in campo domani contro l’Inter) e le milanesi seconde, a +6 sul Sassuolo e a -5 dalla Juventus, che ospita la Florentia ed è sempre più vicina al suo quarto scudetto di fila. Vincono negli anticipi del sabato anche Sassuolo (4-0 con il Verona) e Napoli (5-0 con la San Marino). Importante soprattutto il successo delle campane ai danni delle undici di Conte, che consente alla formazione campana di portarsi al terzultimo posto e staccare le ultime due in classifica. 

Precedente Ligue 1, Neymar e Marquinhos riportano il Psg in testa Successivo Primavera Inter-Sassuolo 3-2: nerazzurri da soli in testa

Lascia un commento