Serie A 2022, rivoluzione nel calendario: cosa c’è da sapere sul nuovo format

Dopo lo straordinario successo dell’Italia di Roberto Mancini agli Europei, per gli appassionati di calcio e delle scommesse sportive è già tempo di pensare alla prossima stagione di Serie A.

Rispetto al passato, non mancano le novità con il massimo campionato italiano pronto a presentarsi in una vesta completamente nuova.

Il motivo? Come deciso dalla Lega, il calendario avrà un girone di ritorno asimmetrico nella sequenza delle giornate rispetto a quello dell’andata.

Serie A 2022, rivoluzione nel calendario: match di ritorno in ordine differente rispetto all’andata

Il nuovo format è già in vigore in altri campionati come la Premier League, la Ligue 1 e la Liga, e prevede la possibilità di giocare il match di ritorno in un ordine completamente differente rispetto all’andata, con l’unico criterio imposto al sorteggio che sarà quello di non poter disputare la stessa partita prima che ce ne siano state altre 8. La scelta di rivoluzionare la Serie A è frutto di un chiaro progetto volto a migliore distribuzione dei match. In questo modo, il girone di ritorno non potrà essere condizionato dai vincoli presenti nel girone d’andata.

Serie A 2022, match di ritorno in ordine differente rispetto all’andata: il comunicato della Lega

Questo il testo integrale del comunicato diramato dal Consiglio di Lega lo scorso 2 luglio:

“Il Consiglio di Lega, svoltosi questa mattina, ha stabilito all’unanimità che il calendario della Serie A TIM avrà un girone di ritorno asimmetrico nella sequenza delle giornate rispetto al girone di andata. Il nuovo format, già in vigore in altri campionati come la Premier League, la Liga e la Ligue1, avrà una particolare novità rispetto alle altre nazioni che lo hanno adottato, con le partite del ritorno totalmente diverse da quelle di andata, sia come ordine, sia come composizione all’interno dello stesso turno. La nuova formula permetterà una migliore distribuzione degli incontri, non condizionati in questo modo da vincoli presenti all’andata che possono ricadere sulla stessa giornata del ritorno e viceversa. L’unico criterio imposto al sorteggio sarà che una partita non avrà il proprio ritorno prima che siano stati disputati altri 8 incontri”.

Ma quando inizierà la Serie A? Per vedere le nostre squadre impegnate sul terreno di gioco bisognerà attendere ancora un po’: si scenderà in campo nel week-end del 21 e 22 agosto mentre la 38esima e ultima giornata si disputerà il 22 maggio 2022.

Novità importanti riguarderanno anche la Coppa Italia: il Consiglio di Lega ha deciso di ridurre il numero delle partecipanti, ora fissato a 44 (20 club di Serie A, 20 di Serie B e 4 di Serie C). Per quel che riguarda gli incontri, le compagini saranno suddivise in un tabellone (semi) tennistico e la selezione avverrà tramite il ranking sportivo. Per quel che concerne il funzionamento, turno preliminare, trentaduesimi, sedicesimi, ottavi e quarti si disputeranno in gara unica, mentre le semifinali si decideranno tra andata e ritorno.

La finale rimane a gara unica: in caso di parità, si va ai supplementari ed, eventualmente, ai rigori. Insomma, questa volta le novità proprio non mancano: Serie A e Coppa Italia si sono rifatte il look, lo spettacolo è assicurato!

Precedente Kuipers ha arbitrato bene... Complottisti, come la mettiamo adesso? Successivo De Paul all’Atletico Madrid è ufficiale. Biasin: “C’era l’accordo con l’Inter ma è saltato perché…”

Lascia un commento