Sei reti al Maiorca e il Real Madrid di Ancelotti si riprende la vetta

MADRID (SPAGNA) – Pronta risposta del Real Madrid, che all’indomani della vittoria dell’Atletico sul Getafe, batte per 5-1 il Maiorca e controsorpassa, così, i cugini colchoneros in vetta alla classifica di Liga. Al Santiago Bernabeu, il grande protagonista della notte blanca è l’ex Marco Asensio, che sfrutta al meglio l’opportunità che finalmente gli concede Ancelotti per siglare una pregevole tripletta e per chiudere, così, sul nascere la polemica che stavano abbozzando i media madrileni per il suo scarso rendimento degli ultimi tempi. Due volte a segno il pichici Benzema, che sale a 8 gol nel torneo, e 6-1 definitivo firmato dal subentrato Isco.

 Ancelotti fotografa il suo Real: "È una squadra con le palle"

Guarda il video

Ancelotti fotografa il suo Real: “È una squadra con le palle”

Centrocampo rinnovato

Ancora lunga la lista di indisponibili per Carletto Ancelotti, che contempla i vari Carvajal, Mendy, Marcelo, Kroos e Bale. Il tecnico di Reggiolo, comunque, decide che in vista dei prossimi impegni con il Villarreal, in Liga, e con lo Sheriff, in Champions, è arrivato il momento più opportuno per far rifiatare i preziosissimi Casemiro e Modric. I blancos, così, si riallineano in un 4-3-3 che prevede la prima da titolare per il baby Camavinga, che si piazza in mezzo alla mediana, supportato da Fede Valverde e da Asensio, nel nuovo ruolo di mezz’ala. Davanti, con Benzema ci sono i due brasiliani Vinicius e Rodrygo. José Luis Plaza risponde con uno sbarazzino 4-2-3-1 in cui brilla l’ex Take Kubo.

La risposta di Asensio

Neanche tre minuti e si mette subito in discesa per il Real, che approfitta di un’imperdonabile incertezza dell’inesperto Josep Gayá per andare in rete con l’implacabile Benzema. Il raddoppio dei blancos arriva appena varcata la metà della prima frazione, con l’ex Marco Asensio che chiude al meglio un’incursione in area di Rodygo. Una manciata di secondi dopo, Kang In Lee dimezza lo svantaggio, al termine di una pregevole combinazione con Kubo. Attorno alla mezz’ora, però, Asensio ripristina le distanze, imbeccato in verticale da Benzema. Al 10’ della ripresa, l’ispano-olandese completa la sua tripletta con un velenoso sinistro dal limite. A una decina di minuti dal termine, festeggia nuovamente anche lo scatenato Benzema, all‘8º centro in 6 partite. Poi, c’è pure il tempo per il sigillo finale del subentrato Isco, che insacca da centro area. Real di nuovo primo, con 2 punti di vantaggio sull’Atletico.

Precedente Venezia, Zanetti dopo il Milan: "Non potevo chiedere di più ai miei" Successivo Serie B, blitz Perugia in casa della Cremonese: 3-0

Lascia un commento