Sconcerti: “L’Inter di Conte subisce troppo per vincere lo scudetto”

TORINO – Mario Sconcerti, noto giornalista, ha parlato nel suo editoriale per calciomercato.com del match tra Roma e Inter menzionando la lotta scudetto e la Juventus: “Una grande squadra se ribalta il risultato a Roma e a mezzora dalla fine vince, porta in fondo il risultato. Se non ci riesce non è uno straordinario peccato, vuole solo dire che non è ancora una grande squadra. E che forse non ha avuto nella partita nemmeno una guida tecnica da grande squadra. Acciaccata, ma quasi senza più avversario, l’Inter si è subito ripiegata ad aspettare la Roma nella propria metà campo. La Roma via via è andata sempre più avanti, ha ricominciato a tirare in porta. Non c’era dominio, ma un’insistenza che l’Inter aveva agevolato. Il gol è arrivato quasi come una conseguenza naturale. Non c’era superiorità e non è stato un episodio. E’ stato solo il risultato di un comportamento sbagliato. La realtà è che l’Inter non tiene gli attacchi avversari per più di venti minuti, poi prende gol. Ne ha subìti 23, fanno circa 50 in un anno. Nessuno ha mai vinto subendo così. La Juve di Sarri, che fu un record, vinse subendone 43. Può Conte dire se potendo rigiocare, farebbe le stesse scelte fatte a Roma nell’ultima mezzora?“.

Il giornalista ha parlato dei bianconeri anche a TMW Radio: “Il Sassuolo domina spesso il gioco ma non tira mai in porta. Mi ha colpito per la quantità di gioco che ha dovuto subire la Juventus. L’ho vista poche volte soffrire per recuperare palla. Mi sembra con meno personalità rispetto agli altri anni. In questo campionato non c’è una più forte delle altri, hanno tutti dei limiti. Ma questo si vede di più nella Juve. Credo poi che siano tutti più stanchi, per questo sono meno brillanti. Vedi tante squadre, anche in Europa, con ritmi lenti. A decidere la partita sono stati i cambi, come accade spesso ormai“. >>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<

<!–

–> <!–

–>

Precedente Bruno Spaggiari compie 88 anni/ Legato alla Ducati, vi ha fondato la prima Academy

Lascia un commento