Sarri sorride: “Svolta dopo Bologna. Luis Alberto? Particolare ma intelligente”

Il tecnico biancoceleste ha commentato la vittoria sulla Salernitana: “Da un paio d’anni questa squadra soffre di alti e bassi, specialmente con squadre meno blasonate”

Bella e convincente. La Lazio di Maurizio Sarri, con la vittoria per 3-0 sulla Salernitana di Colantuono, in un colpo solo scavalca Fiorentina e Roma e si piazza al 5° posto solitario in classifica. “Dopo Bologna ci siamo parlati, dando un’occhiata allo storico di questa squadra – ha detto il tecnico biancoceleste nel post gara -. Cosa è emerso? Che questi alti e bassi ci sono da un paio d’anni, soprattutto si cala con squadre meno blasonate. Penso sia un discorso di approccio alle partite, ma bisogna capire se cambia la mentalità o si tratta solo di una reazione: durante gli allenamenti i ragazzi ti fregano, perché magari sembrano in palla e in partita sembrano dei morti”.

IL BOMBER E IL CHIARIMENTO

—  

Su Immobile e Luis Alberto: “Ciro è un finalizzatore atipico: solitamente sono egoisti, lui è disponibile anche in fase difensiva e ha una bella personalità. Rappresenta l’anima di questa squadra in campo e fuori, un ragazzo straordinario. Per quanto riguarda Luis, io le cose le dico in faccia, davanti a tutti. Probabilmente a lui questo è apparso strano, è particolare ma molto intelligente. Ci siamo capiti”.

CAPITOLO RINNOVO

—  

“Non saprei che dire, è in embrione. Se il presidente vorrà ne parleremo, io qui sto bene. Ho trovato un gruppo con cui mi diverto e una tifoseria che sinceramente non mi aspettavo: calda, disponibile e pure paziente”.

Precedente Spalletti: "L’1-1 col Verona va accettato, ma potevamo fare qualcosa di più" Successivo Si procura il rigore, lo segna ed esulta sotto la Sud: è Calhanoglu show

Lascia un commento