Sarri, rivivi la diretta: interviste e conferenza stampa dopo Bayern-Lazio

Maurizio Sarri commenta ai microfoni della tv collegate e in conferenza stampa la sconfitta per 3-0 con il Bayern Monaco della sua Lazio, eliminata così dalla Champions League agli ottavi di finale.


23:50

Sarri in conferenza stampa

Sarri, in conferenza stampa, parla di Immobile: “Ha avuto quell’opportunità, poi altre occasioni pericolose non ci sono state. Nel primo tempo siamo arrivati sei o sette volte al limite dell’area senza trovare la conclusione. Il primo tempo è stato di livello, quando sono arrivato negli spogliatoio a fine primo tempo mi sono reso conto che il secondo gol è stata una mazzata. Alla fine è passata la squadra più forte. Il nostro calendario ora si fa complicato. La Lega forse non si rende conto di certe cose. Il bilancio in Champions è positivo: una squadra come noi ha fatto più vittorie che sconfitte. In Coppa Italia siamo in semifinale e vediamo. In campionato abbiamo reso meno delle nostre possibilità e dobbiamo risalire. Questa partita può cambiare il mio futuro? Questa è una domanda da fare alla società. Ho un contratto anche per il prossimo anno, poi che il ciclo si possa concludere può essere, la squadra non è giovane, quindi forse si farà qualcosa“.


23:38

Sarri e le occasioni perse

Ecco Sarri ai microfoni di Sky Sport: “Dopo il secondo gol è iniziata un’altra partita, fino al primo eravamo in corsa. Ci sono avversari che in questa manifestazione riescono a tirare fuori tutto. Avevamo anche avuto l’occasione per segnare. L’1-0 non ci avrebbe tolto le speranze, il 2-0 ci ha fatto rientrare negli spogliatoi con la delusione e con poca convinzione di poterla rimettere apposto. Occasioni sprecate all’andata? È due settimane che ci penso. Le occasioni all’andata c’erano state, potevamo venire qui con un altro risultato. Poteva essere un’altra storia, ma il divario tecnico c’è. Cambio di modulo? Neanche per sogno. Un’altra intensità viene fuori perché c’è più tecnica, a livello di dati fisici loro stanno peggio di noi. Il nostro percorso in Champions è per forza positivo per una squadra come noi, visto che abbiamo fatto più vittorie che sconfitte. Ritornare in Champions l’anno prossimo? Siamo ai limiti anche lì, il campionato non è stato ai nostri livelli massimali, vediamo se riusciamo a riconcentrarci e risalire“.


23:30

Provedel: “C’è amarezza”

Sarri ancora non parla e tocca al portiere Ivan Provedel a Canale 5: “Peccato che sia andata così perché fino al primo gol la partita era equilibrata, qualcosa avevamo creato e non avevamo subito più di tanto. A rivedere le immagini l’amaro in bocca aumenta perché il calcio d’angolo era chiaro e da quello è nato il loro secondo gol. Non ci aggrappiamo a questo episodio, purtroppo è andata così e alla fine sono stati bravi loro. Quando giochi contro avversari di livello superiore in Champions la differenza la fanno i dettagli e gli episodi che devi cercare di sfruttare, noi non l’abbiamo fatto, loro sì. All’andata le occasioni avute le abbiamo concretizzate“. Provedel parla anche a Sky: “Fino al gol la partita è stata abbastanza equilibrata, poi è cambiato qualcosa e non siamo più riusciti a creare occasioni e a stare in campo come prima. È un peccato perché, nonostante la loro superiorità tecnica, eravamo riusciti a creare qualche occasione fino a quel momento“.


23:25

Pedro: “Il sogno è finito”

Pedro ha parlato ai canali ufficiali della Lazio: “Peccato finire qui questo sogno. Avevamo l’opportunità di fare qualcosa di speciale per noi e per la società. Dopo il secondo gol la strada si è messa in salita, dopo il terzo gol la gara è finita. Il Bayern è forte, ci dispiace. Non abbiamo sfigurato contro una squadra fortissima e questo aspetto dev’essere un punto di partenza. La cartolina di questa Champions? Il gol di Provedel sarà ricordato sempre, così come il mio gol in Scozia“.


23:17

Cataldi: “Buona Lazio per 45 minuti”

In attesa di Sarri, parla anche Danilo Cataldi a Canale 5: “Abbiamo fatto una buona partita per 45 minuti, abbiamo avuto delle occasioni che non abbiamo sfruttato. Loro, alla prima mezza occasione, l’hanno sfruttata. Questa è la Champions. Sapevamo che non sarebbe stato facile, potevano ribaltarla in qualunque momento. Hanno giocatori di spessore importante. Se ripenso all’occasione di Ciro Immobile poteva essere un’altra gara. Hanno trovato il gol su una situazione rocambolesca. Non avessimo preso il secondo in quel momento magari avremmo potuto dire ancora la nostra. Come si riparte? Sarà difficile, ma lo dobbiamo fare. Se vogliamo giocare questo tipo di partite tutti gli anni dobbiamo ripartire in campionato“.


23:08

La delusione di Zaccagni

Mattia Zaccagni parla a Canale 5: “Siamo delusi, dopo il loro primo gol abbiamo perso la fiducia. Il calcio è fatto di episodi. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche occasione per andare in vantaggio, ma purtroppo non è andata così. Ora dobbiamo cercare di restare uniti, guardare alla prossima partita di lunedì (contro l’Udinese, n.d.r.) e portare a casa una vittoria“.


23:00

Eliminazione senza appello

Gara senza storia stasera, a parte una trentina di minuti iniziali: la Lazio ha perso 3-0 ed è fuori dalla Champions League dopo il successo per 1-0 maturato a Roma nella gara di andata. Numeri impietosi nella sfida di oggi con 24 tiri a 5 per il Bayern, di cui 7 a 0 nello specchio della porta. 60% a 40% il possesso di palla a favore dei tedeschi.

BAYERN MONACO-LAZIO 3-0, TABELLINO E STATISTICHE


22:53

Tra poco le parole di Sarri

Sarri parlerà tra poco per commentare il ko della Lazio all’Allianz Arena contro il Bayern di Thomas Tuchel.


Allianz Arena, Monaco di Baviera (Germania)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Lazio fuori, cosa succede ora per il quinto posto in Champions Successivo Ancelotti: "Bellingham ricorda una stella del Milan". E sugli arbitri...