Sarri, rinnovo dietro l’angolo. Ma servono un terzino e un vice-Immobile: gli obiettivi

L’accordo con il tecnico sembra ormai vicino, però la priorità è alleggerire la rosa dei giocatori fuori rosa e fuori progetto

Il rinnovo di Sarri è dietro l’angolo, ma anche il mercato di gennaio lo è. E così nell’imminente vertice tra il tecnico Sarri e il presidente Lotito si discuterà anche di giocatori da comprare e da vendere, anzi soprattutto di questo. Perché le mosse che la Lazio è chiamata a compiere nel mercato invernale sono ritenute, da parte dell’allenatore, propedeutiche alla firma del nuovo contratto.

Le entrate

—  

Ma di cosa ha bisogno la Lazio? Fino a poche settimane fa l’emergenza sembrava essere a centrocampo. Poi l’esplosione di Cataldi ha cambiato lo scenario. Adesso la priorità riguarda gli altri due settori. In difesa manca un terzino sinistro, perché quelli a disposizione del tecnico sono tutti destri. Due di loro, Hysaj e Marusic, sanno adattarsi anche a sinistra (e lo stanno facendo), però non è il loro ruolo. Servirebbe quindi un mancino. Ma è soprattutto in attacco che Sarri vuole rinforzi. Muriqi è stato bocciato come vice-Immobile, anche se adesso l’infortunio del capocannoniere di Serie A lo rimette in pista e gli dà la possibilità di ribaltare la situazione. Il club però è già alla caccia di una nuova punta centrale. Piace il norvegese Botheim, visto all’opera in Conference League contro la Roma con il Bodo Glimt. Sul giocatore pare comunque esserci pure lo stesso club giallorosso.

Sarri vorrebbe poi rinforzare anche il settore degli esterni, nel quale al momento ha a disposizione soltanto tre elementi di affidamento: Anderson, Pedro e Zaccagni (più i giovani Moro e Romero). Ne servirebbe un quarto: può tornare d’attualità l’obiettivo Kostic (Eintracht) sfumato in estate.

Le uscite

—  

Fondamentale perché si realizzino queste entrate è però che escano alcuni giocatori. Sia per questioni di bilancio sia per liberare dei posti nella lista di giocatori per il campionato e per l’Europa League. Il principale indiziato a fare le valigie è Muriqi, che potrebbe fare ritorno in prestito al Fenerbahce. Sul piede di partenza ci sono pure Escalante, Vavro e Andre Anderson, che non rientrano nei piani dell’allenatore. La speranza è di riuscire a monetizzare almeno una di queste cessioni (in caso contrario si punterà a liberare questi elementi in prestito). Per alleggerire il bilancio è però imprescindibile anche piazzare i giocatori fuori rosa. Ossia Jony, Adekanye, Jordan Lukaku, Durmisi e Lombardi. Da valutare poi la posizione di Kamenovic, il cui acquisto è stato congelato la scorsa estate.

Precedente Roma in crisi ma Mourinho rifiuta il Tapiro D’Oro di Striscia la notizia, lo aveva già fatto con l’Inter Successivo DIRETTA VIRTUS BOLOGNA VALENCIA/ Video streaming tv: la tradizione degli spagnoli

Lascia un commento